Glossario

I concetti di VNTR in parole semplici

Il presente glossario illustra i termini tecnici riguardanti il contesto dell’innovazione dalla prospettiva di VNTR | Innovation & Venturing. Il glossario è di particolare interesse per i lettori dei nostri due libri, Failbook e Successbook.

Accelerator

Un Accelerator è un’istituzione che per un determinato periodo sostiene una startup con un servizio di coaching per aiutarla a crescere rapidamente. In poche parole, si occupa di «accelerare» i progressi di una startup. In Svizzera sono presenti vari Accelerator, p.es.: Kickstart Accelerator, F10 e Fongit.

Adjacent innovation

Adjacent innovation o «innovazione adiacente» significa acquisire un nuovo mercato e rivolgersi a un nuovo gruppo target puntando su ciò che l’azienda è già in grado di fare bene. Compare spesso in relazione con il modello di orizzonte.

Agile

L’agilità è la capacità di un’azienda di reagire in modo molto dinamico ai cambiamenti. Nell’ambito di progetti o piani d’innovazione, spesso un approccio agile è supplementare o complementare a una gestione progetti di stampo classico, che normalmente procede in modo molto graduale e rigido secondo il cosiddetto principio della cascata (scorre da sinistra a destra). Oggi i metodi agili conosciuti sono numerosi (p.es. Scrum).

Ambidestrismo

L’ambidestrismo descrive la capacità di essere nel contempo efficaci e innovativi. Ciò significa svolgere e ottimizzare il proprio core business (exploitation) e contemporaneamente elaborare nuovi settori commerciali (exploration).

Blockchain

Il termine blockchain è composto dalle parole «block» e «chain». Si tratta infatti di una catena di dati in cui vengono collegati valori come i dati relativi alle transazioni e le marcature orarie. Questo meccanismo non richiede un’autorità centrale, ovvero nessun «terzo affidabile», che gestisca i dati e ne verifichi la correttezza. La contabilità viene salvata a livello decentrato in diversi nodi di rete. In questo modo i set di dati non possono essere manipolati o falsificati.

Break-even point

Il break-even point (punto di pareggio) è il punto in cui ricavi e costi complessivi di un investimento (o di un’innovazione) si equivalgono e non vengono pertanto generati né perdite né utili.

Business case

Un business case analizza uno scenario commerciale sul piano della redditività dell’investimento necessario a realizzarlo. Serve a rappresentare e ponderare le conseguenze finanziarie e strategiche previste di un progetto, un piano o un investimento.

Business modelling

Per business modelling si intende lo sviluppo di modelli di business (vedi anche modello di business).

Campi di ricerca

Esigenze sempre diverse e nuove tendenze e tecnologie rappresentano un’occasione per ideare modelli di business innovativi o differenti. VNTR cerca in modo strategico opportunità per le quali vengono definiti campi di ricerca, ovvero temi e mercati attigui e potenzialmente nuovi ritenuti stimolanti. Questi campi di ricerca non nascono da un processo predefinito e statico, ma piuttosto sono organizzati mettendo insieme gli elementi più disparati raccolti dall’osservazione di tendenze, nuove tecnologie e anche startup. VNTR ne verifica periodicamente l’attualità e la rilevanza.

Cannibalizzazione

Nella cannibalizzazione in un contesto di innovazione, nuovi prodotti e servizi fanno concorrenza a quelli già esistenti di una stessa azienda. Spesso è un aspetto che crea resistenze interne da parte dei responsabili prodotti o del management, in quanto determina un calo anticipato degli elevati margini di guadagno esistenti. Pertanto è opportuno ponderare fra perdita di margini autogenerata e concorrenza esterna.

CO-STAR

Presso PostFinance, CO-STAR è un formato che serve a descrivere e strutturare una nuova idea commerciale. Altri parlano in via preliminare di NABC, Business Modell Canvas ecc., noi di CO-STAR, che ci consente di avere una lingua comune per i progetti di innovazione.

In VNTR i CO-STAR si trovano solitamente nell’orizzonte 3. Ogni lettera rappresenta una prospettiva del progetto, dell’idea: C sta per Customer, O per Opportunity, S per Solution, T per Team, A per Advantage e R per Result.

Crowddonation

ll crowddonating è una forma di crowdfunding in cui un gran numero di finanziatori sostiene un progetto che considera interessante, senza ottenere in cambio il diritto a una controprestazione visibile.

Crowdfunding

Il crowdfunding, in italiano finanziamento collettivo, è un tipo di finanziamento. Questo metodo di raccolta di fondi consente di finanziare progetti, prodotti, idee commerciali e molto altro ancora con capitale o risorse simili puntando sui contributi di un dato numero di persone («crowd»: folla).

Cryptoasset

I cryptoasset sono in generale valori patrimoniali privati e digitali che utilizzano una tecnica di cifratura (crittografia) e la tecnologia blockchain. I cryptoasset più noti sono le criptovalute, utilizzate come mezzi di scambio e di pagamento.

CTO

Spesso è l’abbreviazione per designare in un’azienda i membri della direzione con funzione di Chief Technology Officer o Chief Transformation Officer, responsabili dello sviluppo e dell’infrastruttura tecnologici o della trasformazione digitale.

Custody

Per custody si intende la custodia e l’amministrazione di valori patrimoniali su incarico del cliente (oggi anche criptovalute).

Customer Journey

Il concetto di «viaggio del cliente» o «customer journey» indica il percorso di un potenziale cliente attraverso vari punti di contatto con un prodotto, un marchio o un’azienda (in inglese touch point) sino a un obiettivo finale auspicato.

Customer Lifetime Value

Il Customer Lifetime Value (CLV) descrive in generale il valore che un cliente rappresenta per un’azienda durante la sua intera «vita da cliente». 

Design Thinking

Il Design Thinking racchiude processi, strumenti, procedure e una mentalità da applicare a problemi complessi per cui non si ha una soluzione a portata di mano. La sua caratteristica principale è che parte dal cliente / dalla persona (orientamento all’utente) e con domande/osservazioni permette di individuare le sue esigenze e perciò le idee utili alla risoluzione del problema. In seguito, grazie a semplici e rapidi prototipi si raccolgono subito i feedback e si procede con i test, i cui risultati confluiscono nello sviluppo successivo. Oggi il Design Thinking è integrato nei team Innovazione come competenza di base di ogni processo innovativo. Il tema è incluso insieme ai metodi anche negli attuali team di gestione dell’esperienza dei clienti (CEM) che perciò lo utilizzano.

Dirompente / radicale

Rispetto a un’innovazione di tipo incrementale, una radicale o dirompente può sostituire e distruggere interi mercati così come prodotti o aziende esistenti. Secondo Clayton M. Christensen le innovazioni radicali solitamente nascono in aree e mercati che, a livello di margini di commercializzazione, non risultano interessanti, ad esempio, per i leader del mercato. Spesso nata con una bassa qualità, l’innovazione si rivoluziona rapidamente diventando il fattore dirompente dell’attività del leader del mercato nella fascia qualitativamente più elevata e ad alto margine di comercializzazione. Le innovazioni radicali e dirompenti necessitano un approccio non incrementale.

Distributed Ledger Technology (DLT)

Vedi Blockchain: la blockchain, uno dei presupposti delle criptovalute, è una delle tecnologie distributed ledger più conosciute; per questo il termine tecnologia blockchain è spesso utilizzato come sinonimo di tecnologie distributed ledger. Per distributed ledger si intendono «libri di cassa ripartiti» e con essi la tecnica utilizzata per la gestione decentralizzata dei dati in internet.

Ecosistema di innovazione

Un ecosistema di innovazione è una rete collaborativa che unisce organizzazioni, stakeholder, utenti e altri gruppi di persone importanti. L’idea di un ecosistema di innovazione è utilizzare i punti di forza dei diversi membri, di superare i blocchi e di liberare nuovi potenziali per generare innovazione.

Efficiency innovation

Le innovazioni efficienti semplificano, razionalizzano e ottimizzano processi, prodotti o servizi esistenti. Spesso si tratta di innovazioni incrementali.

Exploitation/Exploration

Exploitation ed exploration sono due approcci dell’innovazione. L’exploitation punta a trarre ulteriori vantaggi da attività esistenti. Prodotti e servizi già presenti sul mercato vengono ulteriormente commercializzati per poter essere sfruttati il più a lungo possibile. L’exploitation è presente soprattutto nell’orizzonte di innovazione 1 nel core business. L’exploration consiste nella ricerca di nuove strade sinora sconosciute. È presente soprattutto nell’orizzonte di innovazione 3, nel quale vengono sviluppati modelli di business, prodotti e servizi completamente nuovi che esulano dal core business attuale (vedi anche modello di orizzonte).

Facilitator

Persona in grado di aiutare i team ad applicare metodi e approcci specifici, ad esempio nell’innovazione, e a trarne insegnamento senza controllare o gestire il lavoro stesso.

Fintech

Il termine «fintech» è la contrazione delle parole inglesi finance e technology. Indica i servizi finanziari basati su tecnologie digitali e le startup che li propongono.

Human Centered Design

Human Centered Design (HCD o progettazione centrata sulle persone) è un approccio per la risoluzione di problemi complessi, in cui la prospettiva umana viene posta al centro e integrata in tutte le fasi del processo risolutivo. Ciò avviene in particolare tramite sondaggi, monitoraggi e richieste di feedback presso i clienti.

ICO

Initial Coin Offering (ICO) è una forma spesso non regolamentata di crowdinvesting, utilizzata da aziende il cui modello di business si basa su criptovalute. Con questo metodo di raccolta del capitale iniziale, le società di criptovalute evitano il processo rigidamente regolamentato della raccolta di capitale previsto da finanziatori del capitale di rischio, banche o borse per chi vuole acquisire quote di una società.

Incrementale

Nell’ambito dell’innovazione, incrementale indica il graduale sviluppo e l’ottimizzazione di prodotti, servizi o processi esistenti.

Innovazione del modello di business

L’innovazione delle procedure semplifica, razionalizza e ottimizza le procedure, spesso sulla base di nuove tecnologie, e si traduce in nuovi prodotti e servizi o nel loro miglioramento. Le innovazioni delle procedure possono essere definite anche innovazioni dei processi.

Innovazione delle procedure

L’innovazione delle procedure semplifica, razionalizza e ottimizza le procedure, spesso sulla base di nuove tecnologie, e si traduce in nuovi prodotti e servizi o nel loro miglioramento. Le innovazioni delle procedure possono essere definite anche innovazioni dei processi.

Innovazione di mantenimento

Le innovazioni di mantenimento o sustaining innovation si riferiscono a miglioramenti di aspetti già esistenti. In questo tipo di innovazioni ci si focalizza sui clienti attuali e sulle loro esigenze. Spesso si tratta di innovazioni incrementali.

InsureTech (a volte Insure-tech o Insurtech)

Il termine «InsureTech» è la contrazione delle parole inglesi insurance e technology. Indica i servizi di assicurazione basati su tecnologie digitali e le startup che li propongono.

Intrapreneurship

Intrapreneurship (il termine deriva dall’unione delle parole inglesi «intracorporate» e «entrepreneurship») indica l’atteggiamento imprenditoriale del personale all’interno di un’azienda. Collaboratrici e collaboratori devono assumere una prospettiva da imprenditori (entrepreneur). Alcuni partner di Kickstart, come Axa, Swisscom o La Mobiliare, mandano anche i loro team di intrapreneurship da Kickstart affinché seguano le master class insieme alle startup e usufruiscano del coaching. Un noto esempio tra questi team è l’abbonamento auto di Axa «Up-To». Presso PostFinance Matthias Egli di Ormera è un buon esempio di ex imprenditore (nel frattempo l’azienda è stata scorporata).

IoT

L’internet delle cose (in inglese Internet of Things) consente di collegare fra loro oggetti fisici e virtuali e di farli comunicare tramite tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

KPI

KPI è l’abbreviazione di «Key Performance Indicator». Il termine si riferisce agli indicatori che consentono di determinare il rendimento delle attività nell’azienda. Quali siano i KPI che vanno monitorati per misurare il successo o l’insuccesso dipende dall’azienda, dal rispettivo progetto di innovazione e dagli obiettivi.

Lean Startup

Lean Startup è un metodo iterativo per strutturare rapidamente e nel rispetto delle risorse prodotti, modelli di business e intere aziende. Il metodo è incentrato su MVP e un ciclo ripetitivo basato sugli elementi «costruire – misurare – apprendere». A faro conoscere è stato soprattutto Eric Ries.

Margine di contribuzione

Il margine di contribuzione è la differenza fra il ricavo conseguito (fatturato) e le spese variabili e indica l’importo a disposizione per coprire le spese fisse.

Modello di business

Un modello di business descrive il funzionamento di un’azienda. Di particolare interesse è il modo con cui vengono conseguiti utili. Gli elementi principali di un modello di business sono la proposta di valore (cosa si fornisce), l’architettura della creazione di valore (in che modo si fornisce questo valore), il modello di ricavo (valore) e i clienti target (chi è il destinatario).

Modello di orizzonte

Ispirandoci al modello di orizzonte di McKinsey suddividiamo l’innovazione in tre orizzonti.
Orizzonte 1 – core business: ottimizzazione dell’attività di base.
Orizzonte 2 – trasformazione digitale e implementazione della strategia: modifica dell’attività di base.
Orizzonte 3 – future banking: sviluppo di novità (sviluppo di nuovi modelli e settori di business al di fuori del core business attuale attraverso esperimenti rapidi e progetti pilota).

MVP – Minimal Valiable Product

Il Minimal Valiable Product è la prima iterazione di un prodotto funzionante al minimo che viene testato in questa forma con il cliente e sul mercato prima di svilupparlo in modo approfondito e validato/scartato sulla base dei feedback. Solitamente i test riguardano la funzione essenziale del prodotto e spesso si svolgono anche con mezzi molto semplici (mock-up, prototipi cartacei ecc.). Di frequente oggi si definisce MVP la prima versione di un prodotto sul mercato, mentre si parla di RAT quando ne viene testata solo una singola funzione essenziale senza che vi sia ancora un prodotto finito.

NABC

Metodo di analisi strutturale delle idee spesso utilizzato per le presentazioni, quando è necessario raccogliere feedback su un’idea, un prototipo o un progetto. NABC indica i quattro ambiti da esaminare: Need (esigenza del cliente), Approach (approccio risolutivo), Benefit (utilità per cliente e azienda), Competition (alternative di oggi e di domani, proposta di valore).

No-Code

I tool «No-Code» sono piattaforme di sviluppo software che permettono al personale con scarse competenze tecnologiche di creare e utilizzare le proprie applicazioni senza scrivere una sola riga di codice. Questi tool dispongono spesso di un’interfaccia utente semplice con funzioni drag-and-drop che consentono di visualizzare facilmente il processo di sviluppo e definire la logica di business su cui si basa.

Open Innovation

Il concetto di «Open innovation» indica l’utilizzo strategico e attivo di ciò che il mondo esterno offre per aumentare il potenziale innovativo, p.es. con l’apertura del processo di innovazione. Il concetto di open innovation comporta idealmente una condivisione del sapere e una collaborazione destinate a generare innovazione.

Organizational empowerment

L’abilitazione organizzativa mira a produrre efficienza organizzativa consentendo alle persone di organizzarsi fra loro in modo ottimale e di raggiungere gli obiettivi definiti.

Peer-to-peer

Un servizio «per-to-peer» (P2P) è una piattaforma decentralizzata sulla quale due persone interagiscono direttamente senza mediazione di parti terze. Tramite un servizio P2P, acquirente e venditore effettuano p.es. direttamente transazioni fra loro.

Pivot

Per pivot(ing) si intende in ambito commerciale e in particolare dell’innovazione una modifica radicale del modello di business.

Pitch (anche elevator pitch)

La più breve forma di presentazione di un’idea, un prototipo o un progetto. Con il concetto di elevator pitch si intende solitamente la capacità di essere convincenti in 45–60 secondi per poter passare alla fase successiva (nuovo appuntamento ecc.). Solitamente un pitch per la presentazione di un’idea dura cinque minuti ed è combinato con il metodo di analisi strutturale NABC.

PoC

Tramite un «proof of concept» o un test di fattibilità si sperimenta su piccola scala se una determinata soluzione genera il valore aggiunto atteso e funziona concretamente. Utilizziamo il concetto in relazione a una startup quando vogliamo testare una sua soluzione esistente.

Process innovation

La «process innovation» (innovazione del processo) facilita, razionalizza e ottimizza processi, spesso sulla base di nuove tecnologie, o crea nuovi processi come base per nuovi prodotti o servizi.

Property-Tech/Proptech

Il termine «Proptech» è la contrazione delle parole inglesi property e technology. Indica prodotti e servizi nel settore immobiliare basati su tecnologie digitali e le startup che li propongono.

Prototipo

Un prototipo è un campione, un modello o una prima versione di un prodotto o di un servizio realizzati per testare un progetto o un processo e trarne degli insegnamenti.

RAT

Riskiest Assuption Test è un tipo di test sulla valutazione dei rischi. Questo concetto è ormai entrato nell’uso comune per indicare che si sta testando una singola funzione nonostante non esista ancora un prodotto finito. In passato in questo caso si parlava di MVP, concetto che oggi invece è spesso utilizzato dalle aziende al momento del lancio della prima versione del prodotto.

Real options

Le opzioni reali sono decisioni che la direzione di un’azienda può permettersi per ampliare, modificare o limitare i progetti in funzione del cambiamento delle condizioni economiche, tecnologiche o di mercato. Con l’aiuto dell’analisi delle opzioni reali (Real Options Valuation, ROV), i manager sono in grado di valutare gli investimenti per proseguire o interrompere un progetto e adottare decisioni migliori.

Retention (rate)

Il «retention rate» permette di misurare la percentuale di clienti che ancora appartengono, dopo un periodo di tempo definito, alla base clienti di un’azienda. Viene pertanto chiamato anche tasso di fidelizzazione dei clienti. Il retention rate consente di formulare affermazioni sul futuro comportamento dei clienti, su un sito web o sul successo di un’azienda. Il retention rate può pertanto essere un KPI importante.

Revenue per customer o revenue per user

L’indicatore revenue per customer o user (fatturato per utente) misura il fatturato per utente generato da un’azienda. Spesso viene utilizzato da aziende che generano fatturato dalla vendita di servizi di abbonamento e mostra la solidità di utilizzo dei prodotti nella base clienti.

ROI / Return on Innovation / Return on Investment

Return on Innovation o più comunemente Return on Investment è un indicatore di misurazione del successo aziendale. Mette a confronto gli utili provenienti dalla vendita di nuovi prodotti o servizi con i costi di ricerca e sviluppo o altre spese dirette.

Routine innovation

Per routine innovation si intendono le modifiche a cadenze regolari, spesso stagionali, che vengono operate nei prodotti, nella moda, nelle forme e nel design e che conducono a innovazioni.

Sandbox

Sandbox è un termine inglese che significa sabbiera e indica in generale un ambiente isolato e digitale all’interno del quale le attività condotte non hanno un impatto sull’ambiente esterno e sui dati produttivi.

Scaling-up

Sforzi mirati intrapresi per incrementare l’impatto e la portata di innovazioni, ad es di prodotti o startup sperimentati con successo in progetti pilota o test.

Scrum

È un metodo di sviluppo agile, utilizzato originariamente nel campo dei software, attualmente usato anche in progetti e piani di innovazione.

SDG (Sustainable Development Goal)

I 17 SDG sono obiettivi politici stabiliti dalle Nazioni Unite (ONU) per garantire lo sviluppo sostenibile a livello economico, sociale e ambientale in tutto il mondo.

Serendipity

Serendipity descrive l’osservazione o la scoperta casuale di qualcosa di utile che non si stava cercando in origine.

Sindrome del «not invented here»

La sindrome del «not invented here» illustra le resistenze contro idee/prodotti/servizi creati al di fuori dell’azienda.

Social innovation

L’innovazione sociale o social innovation è la creazione, implementazione e diffusione di nuovi prodotti, servizi e pratiche sociali che producono valore sociale in diversi ambiti della società.

Software as a Service (SaaS)

Software as a Service (SaaS) è un modello di vendita per software di cui un operatore terzo è responsabile e che viene messo a disposizione dei clienti via internet.

Spin-out

Uno spin-out o spin-off indica lo scorporo di un’unità organizzativa da un’azienda e la costituzione con questa unità di una startup autonoma.

Sprint

Lo sprint (design sprint) è un particolare approccio risolutivo su cui un team si concentra lavorando, in base a strette tempistiche, con un’ampia serie di tool. Nella pratica spesso si intendono per (design) sprint vari approcci che presentano similitudini con il Design Thinking. I più conosciuti sono gli sprinti del metodo Scrum.

Stable coin

Gli stable coin sono criptovalute garantite da denaro autentico.

Synchronities/Sincronicità

Eventi che si verificano simultaneamente, non collegati tra loro, ma percepiti e interpretati come se lo fossero.

T-shape

Il concetto di competenze a T viene spesso utilizzato in relazione all’occupazione di posti per descrivere le abilità delle persone in un organico. La barra verticale della lettera T rappresenta la profondità delle competenze e delle conoscenze specialistiche correlate in un singolo campo, mentre la barra orizzontale indica la capacità di lavorare in modo interdisciplinare con esperti in altri settori e di applicare le conoscenze in ambiti specialistici diversi dal proprio. I profili T dovrebbero essere fortemente presenti nei dipartimenti d’innovazione.

Think tank

Il think tank o laboratorio di idee indica un gruppo di esperti costituito da vari team o persone che concepiscono nuove idee e progressi.

Trazione del mercato

La trazione del mercato è la prova quantitativa o la misurazione della domanda del mercato, cioè la prova che qualcuno è interessato a un prodotto. È un indicatore anticipatore per valutare la crescita del modello di business.

Trend scouting

Il termine «trend scouting» è un concetto proveniente dalla ricerca di mercato che indica l’individuazione mirata di tendenze in fase di sviluppo in tutti gli ambiti della vita.

USP (Unique Selling Proposition)

La Unique Selling Proposition o tratto distintivo è una speciale caratteristica che fa risaltare nettamente un’offerta rispetto a quelle della concorrenza.

Validation

La validation o validazione è il processo di raccolta di prove e di apprendimento su idee commerciali operato attraverso sperimentazione e test degli utenti per prendere decisioni più veloci, informate e meno rischiose.

Value Added Service

I Value Added Service (VAS) sono servizi a valore aggiunto che non rientrano nel core business, ma fanno parte dell’offerta di un’azienda e rappresentano pertanto un valore aggiunto per il cliente. Attraverso i Value Added Service un’azienda ha la possibilità di distinguersi dalla concorrenza.

Venture Capital (VC)

Il Venture Capital è una forma di capitale di partecipazione privato e un tipo di finanziamento che gli investitori mettono a disposizione di startup e piccole imprese in possesso a loro avviso di un potenziale di crescita a lungo termine. Il capitale di rischio proviene in genere da investitori privati, banche d’investimento e altri istituti finanziari. Tuttavia, non sempre viene concesso in denaro e può essere erogato anche sotto forma di know-how tecnico o economico aziendale.

VUCA

VUCA è l’acromimo dei termini inglesi volatility (volatilità), uncertainty (incertezza), complexity (complessità) e ambiguity (ambiguità). Indica le caratteristiche del mondo moderno, sebbene sia un concetto risalente alla fine della guerra fredda. La gestione aziendale deve essere consapevole delle difficili condizioni quadro del mondo VUCA e adottare metodi adeguati per poterle affrontare.

Wallet

Un wallet (qui nell’ambito delle criptovalute) è uno strumento, un mezzo fisico, un programma o un servizio che memorizza gli elementi di sicurezza e i rapporti di proprietà delle criptovalute. Si tratta quindi di un portafoglio digitale.

White-labeling

I prodotti white label sono prodotti di un fabbricante venduti non sotto il suo marchio, ma sotto un altro marchio come prodotti (apparentemente) di un altro fabbricante o commerciante. Si addicono a fabbricanti che non vogliono creare una propria struttura di vendita né dipendere da un unico fornitore di servizi di vendita.

Altri argomenti che potrebbero interessarvi