19.02.2018

Quanti tipi di fondi esistono?

riprodurre video

Quali tipi di fondi esistono?

  • I fondi azionari investono denaro in azioni, focalizzandosi di solito su determinati settori, regioni o paesi. Rispetto ad altri tipi di fondi, i fondi azionari sono un po’ più rischiosi, ma possono anche fruttare rendimenti maggiori.
  • I fondi obbligazionari investono principalmente in obbligazioni corporate e titoli di stato. Anche nel caso delle obbligazioni, ce ne sono sia per investitori più prudenti sia per chi desidera assumersi un rischio maggiore. Le obbligazioni con un buon rating sono però particolarmente indicate per gli investitori prudenti.
  • I fondi d’investimento strategico investono in azioni e obbligazioni che talvolta vengono integrate con materie prime e immobili. A tale proposito esistono diverse categorie di investimento, ovvero fondi che investono in titoli con caratteristiche simili. Investire in diverse categorie di investimento fa sì che il rischio venga distribuito in modo ancora più ampio.
  • I fondi immobiliari investono in società immobiliari, case, altri fondi immobiliari o beni immobili e permettono agli investitori di accedere al mercato immobiliare già a partire da piccoli importi.
  • Gli hedge fund investono in un variegato ventaglio di prodotti di investimento specializzati ed effettuano talvolta vendite allo scoperto che possono fruttare utili anche in caso di quotazioni in calo. In caso di investimento in hedge fund è determinante individuare che tipo di strategia segue il gestore del fondo e quali sono le sue commissioni. L’investitore deve cercare di capire da solo se è possibile ricavare una performance positiva.

Inoltre i vari tipi di fondi possono essere gestiti in modo attivo o passivo. Ecco le differenze:

Fondi attivi e passivi

  • I fondi attivi vengono gestiti attivamente dai gestori in modo attivo, ovvero, per fare un esempio, puntando all’acquisto di un numero maggiore di determinate azioni od obbligazioni, con l’obiettivo di superare la performance di un determinato indice. Tuttavia, questo non riesce sempre. In alcuni casi, con i fondi attivi potete conseguire però un rendimento uguale con un rischio più basso rispetto all’indice.
  • I fondi passivi replicano esattamente un indice scelto, in Svizzera ad esempio lo Swiss Market Index (SMI). Questa replica esatta viene definita investimento passivo. La performance del fondo è pertanto praticamente identica a quella dell’indice. L’indice non prevede commissioni, l’investimento in fondi passivi sì. Rientrano in questo gruppo i noti exchange traded fund (abbreviati ETF, ovvero «fondi negoziati in borsa»), che in genere sono gestiti in modo passivo.

Altri argomenti che potrebbero interessarvi