03.07.2018

I fondi e i rischi associati

Chi investe in fondi può ridurre il pericolo dei rischi specifici associati ai titoli. Investire in un grande insieme di titoli consente di ripartire meglio i rischi rispetto all’investimento in singole azioni o obbligazioni. Ma anche i fondi non sono esenti da rischi. Scoprite qui tutto quello che dovete sapere come investitori.

In generale esiste sempre un rischio di mercato. Quando l’andamento dei mercati in tutto il mondo è generalmente negativo, ciò si ripercuote anche sui vostri fondi.

Lo stesso vale per il cosiddetto rischio di concentrazione. Esistono fondi di investimento incentrati su regioni, settori o temi specifici. Se il loro andamento è negativo, naturalmente anche il relativo fondo di investimento si svaluta. Se, ad esempio, scoppia una bolla tecnologica, ciò ha ripercussioni più importanti su un fondo puramente tecnologico piuttosto che su un fondo composto da titoli di settori diversi. Se lo SMI scende, i fondi azionari con una netta prevalenza di titoli svizzeri subiscono una pressione maggiore rispetto ai titoli che investono in tutto il mondo.

È importante valutare attentamente la composizione di un fondo. Anche se si detengono diversi fondi nel proprio portafoglio, questi potrebbero investire nella stessa azienda o nella stessa regione. Non è facile riconoscere a prima vista questo tipo di rischio di concentrazione.

Attenzione alle valute estere

Occorre poi prestare attenzione ai rischi valutari. Gli aspetti da considerare sono duplici: quando si investe in un fondo in valuta estera sussiste il rischio che questa si svaluti rispetto al franco svizzero. Ma lo stesso vale anche per i fondi in franchi svizzeri che investono in titoli esteri: anche in questo caso esiste un rischio valutario non immediatamente visibile. Di per sé la valuta del fondo non fornisce alcuna indicazione circa l’effettivo contenuto, per quanto riguarda la ripartizione valutaria.

Caso speciale: fondi obbligazionari

Per gli investitori prudenti i fondi obbligazionari sono una interessante alternativa ai fondi azionari, perché di norma sono meno esposti alle forti oscillazioni. Ma anche il loro valore può oscillare. Nel caso di investimenti in valute estere sono esposti ai rischi valutari. I fondi obbligazionari reagiscono, inoltre, alle variazioni del livello generale dei tassi d’interesse. Inoltre non tutti i debitori hanno lo stesso livello di qualità. Soprattutto nel caso dei titoli spazzatura (junk bond) con un rendimento potenzialmente elevato (detti anche high yield bond) sussiste il rischio di un crollo degli interessi corrisposti o addirittura del rimborso del capitale, con un conseguente impatto negativo sul valore dell’intero fondo.

Potenziale di rischio: valutazione dell’andamento passato

Dulcis in fundo: in quanto investitori non gestite autonomamente il vostro fondo, bensì affidate tutte le decisioni a un gestore. Nelle informazioni sui fondi potete controllare l’andamento storico del fondo. Tuttavia nessuno può garantire che anche in futuro si raggiungano valori simili.

Occorre pertanto essere consapevoli del fatto che anche i fondi nascondono dei rischi. Studiate regolarmente le informazioni sui fondi, informatevi attivamente circa la composizione del fondo, il suo funzionamento e le modalità decisionali del gestore. Anche in questo caso la prospettiva di una maggiore rendita è associata a un maggior rischio.

Altri argomenti che potrebbero interessarvi