La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Valutazione (%t)
Tempo di lettura 2 Minuti Tempo di lettura 2 Minuti
Creato il 27.11.2019

Il primo grande viaggio senza genitori e... senza problemi di soldi

Finalmente il momento è arrivato: il primo grande viaggio senza papà e mamma è alle porte. Fantastico, ma non dimentichiamoci che purtroppo anche ai soldi dobbiamo pensarci da soli. Vi spieghiamo brevemente tutto ciò che può accadere e cosa bisogna sapere quando si devono effettuare pagamenti in giro per il mondo.

Scoprire nuovi Paesi, raccogliere esperienze, trascorrere bei momenti; e tutto questo, finalmente, senza genitori. Quando la data del viaggio, da soli o con gli amici, si avvicina, la gioia è incontenibile. Lo zaino è stato preparato con tutto il necessario ed è pronto per essere caricato in spalla. Ormai manca poco. Ancora un paio di lacrimucce prima di lasciare casa per un po’ e si parte. Tante belle esperienze ci aspettano. Però, chissà, qualche preoccupazione, per esempio con i soldi, se dovesse accadere che…

… in viaggio ci si accorge di una fattura all’estero ancora da pagare

Il viaggio in treno attraverso l’Italia, in compagnia di amici e amiche, trascorre piacevolmente. Gli altri si sono appisolati e così c’è tempo per pensare un po’ alle proprie cose. Si ripercorrono mentalmente le tappe del viaggio in Europa e ci si rende conto che – accidenti – l’ultimo albergo è prenotato, ma non è ancora stato saldato!

… i contanti cominciano a scarseggiare già dopo il primo giorno

Una bevanda qui, un ingresso a un club là: quando si è in viaggio senza genitori si fa presto a spendere. E improvvisamente il portafoglio con i contanti è vuoto e non c’è nessuno che possa dare qualcosina per riempirlo.

… si comincia a sentire nostalgia di casa

Si fa fatica a crederci, ma improvvisamente è lì: la nostalgia di casa. I compagni di viaggio ogni tanto danno un po’ sui nervi e il viaggio sembra non finire mai. Si ripensa alla doccia e al mangiare di casa e si vorrebbe assolutamente fare un po’ di shopping per acquistare un regalino ai propri cari.

… ci rubano il portafoglio

Basta distrarsi un attimo nel trambusto della metropolitana e il gioco è fatto: il portafoglio è sparito.

… anche il limite della carta di credito è esaurito

Il primo grande viaggio sta per finire e il limite della carta di credito è quasi raggiunto. A due giorni dal viaggio di ritorno ci viene in mente che dobbiamo ancora prenotare il biglietto per andare all’aeroporto.

In viaggio senza problemi di soldi

Con la PostFinance Card e la carta di credito, che permettono di ritirare contanti in tutto il mondo (per esempio quando scarseggiano) o di pagare sul posto (per esempio per acquistare un souvenir ai genitori!), e con una Travel Cash Card (sostituita gratuitamente in caso di smarrimento e furto) si dormono sonni tranquilli. Ci sono però anche casi in cui in viaggio si devono versare soldi dal proprio conto su un conto estero. Ecco che allora i pagamenti all’estero via e-finance sono la soluzione ideale. Sono chiamati anche Giro international o, per i pagamenti nell’area europea, SEPA.

Ecco come pagare all’estero in viaggio

Come si pagano le fatture in sospeso degli operatori esteri (per esempio alberghi, agenzie di viaggio o ditte di autonoleggio)? Si prende lo smartphone, si effettua il login in e-finance tramite la PostFinance App e alla voce «Trasferimento» si effettua un pagamento per l’estero. Inserendo l’importo, la valuta, il destinatario e selezionando il tipo di bonifico «Pagamento su conto» si attiva automaticamente un pagamento Giro international per bonifici in tutto il mondo o SEPA per bonifici nell’area europea. Grazie a Giro international i debiti sono saldati entro due-quattro giorni, con Giro international urgent in genere il giorno stesso. Per i pagamenti SEPA l’accredito avviene entro un giorno feriale. I pagamenti all’interno dell’area europea sono gratuiti se effettuati in euro e se si conosce l’IBAN del destinatario.

Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Valutazione (%t)

Altri argomenti che potrebbero interessarvi