La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Tempo di lettura 3 Minuti Tempo di lettura 3 Minuti
Creato il 18.09.2020

Assicurazioni sulla vita: quali tipologie?

Quali tipologie di assicurazioni sulla vita esistono e perché? Venite a scoprirlo.

Le assicurazioni sulla vita offrono molte possibilità. Possono essere usate non solo per assicurare finanziariamente i propri cari in caso di decesso o di incapacità di guadagno, ma anche per risparmiare per la pensione e sulle imposte. In linea di massima si fa distinzione tra le assicurazioni con formazione di capitale, chiamate anche assicurazioni sulla vita con componente di risparmio, e le assicurazioni di puro rischio, come le assicurazioni contro il rischio di decesso e le assicurazioni in caso di incapacità di guadagno. Vi spieghiamo nel dettaglio a cosa servono le assicurazioni sulla vita e quando sono utili.

Assicurazione sulla vita con componente di risparmio

Un’assicurazione sulla vita con componente di risparmio è un’assicurazione sulla vita con formazione di capitale. Tramite il pagamento regolare di premi accumulate capitale per la pensione o per un determinato scopo. Avete anche la possibilità di includere nell’assicurazione prestazioni in caso di decesso o di incapacità di guadagno per assicurare finanziariamente i familiari in caso di decesso o di incapacità di guadagno. Ciò significa che un’assicurazione sulla vita con componente di risparmio può essere una soluzione sia per la pensione sia per assicurare i vostri cari. 

  • Le assicurazioni sulla vita con componente di risparmio come il «piano di previdenza SmartFlex» permettono di riunire in un solo prodotto la previdenza per la vecchiaia e l’assicurazione in caso di incapacità di guadagno e/o contro il rischio di decesso. In qualità di assicurati potete scegliere contro quali rischi assicurarvi e come provvedere alla vostra pensione. A seconda del vostro profilo investitore, il vostro denaro viene suddiviso in deposito di sicurezza e deposito ricavi. Il deposito di sicurezza è interamente assicurato per legge. Il deposito ricavi viene investito in fondi azionari che offrono possibilità di rendimento attrattive. In quanto esposti alle oscillazioni dei mercati finanziari, gli investimenti celano sempre opportunità, ma anche rischi. Grazie all’ampia diversificazione e al lungo orizzonte d’investimento, i rischi vengono minimizzati e le oscillazioni delle quotazioni vengono compensate. In ogni caso, l’importante è definire in anticipo la strategia di investimento personale, ad esempio con un colloquio di consulenza. Sia la ripartizione tra deposito di sicurezza e deposito ricavi sia il tema d’investimento in termini di fondi possono essere modificati in qualsiasi momento. Potete stipulare un’assicurazione sulla vita con componente di risparmio nel pilastro 3a (previdenza vincolata) o nel pilastro 3b (previdenza libera). Con la previdenza vincolata potete risparmiare sulle imposte, dato che i premi sono deducibili dal vostro reddito imponibile fino all’importo massimo stabilito per legge (si veda il «Buono a sapersi» alla fine del contributo).

  • Un’assicurazione sulla vita con componente di risparmio può essere la scelta giusta se volete assicurare voi stessi e i vostri cari contro il rischio di decesso o di incapacità di guadagno e provvedere nel contempo alla vostra pensione, il tutto risparmiando sulle imposte. 

Assicurazione contro il rischio di decesso

Non è piacevole pensare al decesso, ma che ne sarebbe dei vostri cari se vi succedesse qualcosa? Saprebbero gestire il denaro e continuare ad adempiere alle obbligazioni finanziarie? Un’assicurazione contro il rischio di decesso aiuta i parenti del defunto a colmare le lacune finanziarie. Le prestazioni della previdenza statale (primo pilastro) e professionale (secondo pilastro) possono essere completate sulla base di esigenze personali dei parenti del defunto. 

  • L’assicurazione contro il rischio di decesso è un’assicurazione di puro rischio con la quale potete proteggere i vostri cari da perdite finanziarie in caso di decesso. A seconda dell’ammontare delle obbligazioni finanziarie e delle esigenze dei parenti, potete decidere una somma assicurata adeguata, che verrà versata ai beneficiari in caso di decesso in modo che possano usufruire da subito del capitale. Potete scegliere tra un capitale costante o decrescente in caso di decesso e potete assicurare fino a due persone nello stesso contratto. Potete stipulare un’assicurazione contro il rischio di decesso nel pilastro 3a (previdenza vincolata) o nel pilastro 3b (previdenza libera). Con la previdenza vincolata potete risparmiare sulle imposte, dato che i premi sono deducibili dal vostro reddito imponibile fino all’importo massimo stabilito per legge (si veda il «Buono a sapersi» alla fine del contributo).

  • L’assicurazione contro il rischio di decesso fa per voi se volete proteggere finanziariamente la vostra famiglia o un partner commerciale in caso di vostro decesso. Più le lacune finanziarie che lascereste sono grandi, più è importante stipulare un’assicurazione in favore di chi dovrà colmarle.

Assicurazione in caso d’incapacità di guadagno

Con quali lacune finanziarie sareste confrontati se non poteste più lavorare o se poteste farlo solo parzialmente a causa di una malattia o di un infortunio e se, di conseguenza, non poteste più provvedere al vostro sostentamento come prima? Con un’assicurazione in caso d’incapacità di guadagno assicurate voi stessi e i vostri parenti con una rendita, in modo che in caso di incapacità di guadagno possiate continuare a far fronte alle obbligazioni finanziarie e possiate mantenere il vostro abituale tenore di vita. Spesso infatti le prestazioni della previdenza statale (primo pilastro) e professionale (secondo pilastro) non sono sufficienti a compensare la perdita di guadagno. 

  • L’assicurazione in caso di incapacità di guadagno è un’assicurazione di rischio con la quale assicurate il vostro reddito in caso di incapacità di guadagno. Versate regolarmente un premio e in caso di prestazione vi viene versata una rendita. Potete definire l’ammontare della prestazione assicurata al momento della stipula dell’assicurazione. Potete stipulare un’assicurazione in caso di incapacità di guadagno nel pilastro 3a (previdenza vincolata) o nel pilastro 3b (previdenza libera). Con la previdenza vincolata potete risparmiare sulle imposte, dato che i premi sono deducibili dal vostro reddito imponibile fino all’importo massimo stabilito per legge (si veda il «Buono a sapersi» alla fine del contributo).

  • Un’assicurazione in caso di incapacità di guadagno può fare al caso vostro se desiderate assicurare finanziariamente voi stessi e i vostri cari in caso di incapacità di guadagno e se le prestazioni comuni non bastano per far fronte alle obbligazioni finanziarie. Più le lacune finanziarie in caso di una perdita di guadagno sarebbero grandi, più è importante stipulare un’assicurazione. La rendita versata sostituisce il salario. 

Buono a sapersi: ecco quanto risparmiate sulle imposte

Non importa se decidete di stipulare un’assicurazione sulla vita con componente di risparmio, un’assicurazione contro il rischio di decesso o un’assicurazione in caso di incapacità di guadagno: potete stipulare tutti i prodotti in un pilastro 3a e risparmiare sulle imposte deducendo il premio dal vostro reddito imponibile. L’importo massimo deducibile fissato per legge (aggiornato ad agosto 2020) per persone che aderiscono a un istituto di previdenza professionale del secondo pilastro è pari a CHF 6’826.−. Per chi invece non aderisce a nessuno di questi istituti, l’importo corrisponde al 20% del reddito da lavoro netto soggetto all’obbligo fiscale (max CHF 34’128.−).

La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Grazie per la valutazione
Valutare l’articolo

Altri argomenti che potrebbero interessarvi