La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Tempo di lettura 20 Minuti Tempo di lettura 20 Minuti
Creato il 27.05.2020 | Aggiornato al 08.09.2022

Drizzate le orecchie: ecco il podcast di PostFinance

A volte leggere può essere persino faticoso, ecco perché abbiamo creato il podcast di PostFinance: vi proponiamo così temi avvincenti e attuali tutti da ascoltare. I temi sono tanto vari quanto il nostro settore d’attività.

Informazioni sul podcast

Con il podcast di PostFinance vogliamo offrire alle ascoltatrici e agli ascoltatori la possibilità di approfondire il tema del denaro e del settore bancario svizzero e di conoscere meglio PostFinance. Vi mostriamo quanto può essere stimolante e dinamico il mondo finanziario. PostFinance è diversa da quello che si crede e qui puoi scoprire in cosa esattamente siamo più veloci, più innovativi e spesso più vicini alla quotidianità. Ci sembra normale.

Il podcast di PostFinance

L’ambigua rappresentazione della Svizzera come possibile luogo di trasbordo di fondi neri ha danneggiato la nostra immagine in modo persistente. Eppure, da decenni le banche e la Confederazione fanno di tutto per combattere la frode fiscale e il riciclaggio di denaro. In questo episodio del podcast di PostFinance facciamo piazza pulita dei pregiudizi e presentiamo apertamente i fatti. Stephan Lendi ospita la portavoce di PostFinance Dörte Horn e Stephan Tobler, autore del libro «Der Kampf um das Schweizer Bankgeheimnis» (La lotta per il segreto bancario svizzero), per parlare di come si svilupperanno in futuro il segreto bancario e la protezione dei dati e quali saranno le ripercussioni per la clientela bancaria svizzera.

Questo podcast è stato registrato in svizzero tedesco. Sono graditi feedback.

Gli episodi finora realizzati

La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Grazie per la valutazione
Valutare l’articolo

Altri argomenti che potrebbero interessarvi