La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Tempo di lettura 2 Minuti Tempo di lettura 2 Minuti
Creato il 14.10.2020

Pensare agli investimenti quando si pianifica la previdenza o viceversa?

È risaputo che è necessario provvedere autonomamente alla previdenza per la vecchiaia con il terzo pilastro. La domanda è: come? È fondamentale conoscere le proprie esigenze. Oltre alla previdenza per la vecchiaia desidero, ad esempio, avere un’assicurazione in caso di decesso o di incapacità di guadagno? E come voglio investire i miei averi previdenziali? Solo conoscendo le risposte a queste domande è possibile trovare la soluzione previdenziale più adatta.

Chi desidera mantenere il proprio tenore di vita abituale in pensione deve generalmente assumersi la responsabilità di investire autonomamente nella propria previdenza. Solitamente infatti le rendite del primo e del secondo pilastro (che corrispondono rispettivamente alla previdenza statale e professionale) non sono sufficienti per continuare a soddisfare i propri desideri ed esigenze in seguito al pensionamento. Per questo è importante cominciare subito a costituire il terzo pilastro, il cui scopo è colmare lacune previdenziali individuali. All’interno del terzo pilastro si distinguono la previdenza vincolata (pilastro 3a) e le forme di risparmio flessibili della previdenza libera (pilastro 3b). 

Investire o depositare?

Invece di depositare semplicemente il denaro risparmiato su un conto previdenza 3a o su un conto di risparmio, c’è la possibilità di investirlo in fondi o fondi di previdenza. Così facendo le risparmiatrici e i risparmiatori si assumono determinati rischi ma hanno anche l’opportunità di ottenere un rendimento più alto a lungo termine dato che, in un contesto caratterizzato da tassi di interesse bassi, gli averi sui conti non maturano quasi alcun interesse. È importante dare tempo all’investimento, poiché, generalmente, più l’orizzonte d’investimento è lungo, maggiori sono i rischi a cui ci si può esporre. Questo perché le oscillazioni del valore dell’investimento a breve termine vengono compensate meglio sul lungo periodo. 

L’attenzione va rivolta alle esigenze personali

L’offerta di prestazioni finanziarie nell’ambito del terzo pilastro è molto varia e va dalle soluzioni di conto alle assicurazioni sulla vita, passando per i prodotti d’investimento e i fondi di previdenza. Per la scelta della formula più adatta, che può anche consistere in una combinazione di diversi prodotti, è importante conoscere la propria situazione previdenziale e le proprie esigenze. Quali sono i vostri obiettivi personali in termini di investimento e previdenza? Oltre alla previdenza desiderate, ad esempio, stipulare un’assicurazione contro il rischio di decesso o di incapacità di guadagno per malattia o infortunio? Oppure la vostra priorità è risparmiare sulle imposte?

Rimanere flessibili

È fondamentale che le risparmiatrici e i risparmiatori siano sempre soddisfatti delle soluzioni che scelgono. Con l’assicurazione sulla vita con componente di risparmio «piano di previdenza SmartFlex», ad esempio, gli assicurati non solo possono scegliere di includere nel prodotto sottoscritto prestazioni in caso di decesso o di incapacità di guadagno, ma decidono anche autonomamente quale parte del loro premio investire a tasso d’interesse fisso (deposito di sicurezza assicurato dal punto di vista regolatorio) o in fondi azionari (deposito ricavi) in modo orientato al rendimento. Alla base di questa decisione c’è sempre il profilo investitore personale. 

Buono a sapersi: ecco quanto si può risparmiare sulle imposte con il pilastro 3a

Optando per una soluzione previdenziale del pilastro 3a come il conto previdenza 3a o un «piano di previdenza SmartFlex», è possibile risparmiare sulle imposte. L’importo massimo deducibile annualmente fissato per legge (aggiornato ad agosto 2020) per persone affiliate a un istituto di previdenza professionale del secondo pilastro è pari a CHF 6’826.−. Per chi invece non aderisce a nessuno di questi istituti, l’importo corrisponde al 20% del reddito da lavoro netto soggetto all’obbligo fiscale (max CHF 34’128.−). 

Con il nostro calcolatore d’imposta potete scoprire quanto potete risparmiare sulle imposte con il pilastro 3a.

Non siete sicuri della vostra situazione previdenziale o volete saperne di più sui nostri prodotti d’investimento e previdenziali? 

La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Grazie per la valutazione
Valutare l’articolo

Altri argomenti che potrebbero interessarvi