La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Tempo di lettura 2 Minuti Tempo di lettura 2 Minuti
Creato il 16.11.2020

Cinque differenze tra PostFinance e le banche online come Revolut e N26

Negli ultimi anni Revolut, N26 e Neon si sono affermate come banche online. Basta la definizione «banche online» per capire che questi operatori finanziari sono diversi dagli istituti bancari tradizionali come PostFinance. Ma sapete perché? Facciamo un confronto.

Da qualche tempo, le banche online come Revolut e N26, spesso chiamate anche banche su internet o banche su smartphone, sono sulla bocca di tutti. Ma cosa c’è dietro a questi istituti che forniscono i loro servizi principalmente tramite il web? E in che cosa si differenziano dalle banche tradizionali come ad esempio PostFinance?

Dietro le banche online come Revolut o N26 ci sono aziende,  o meglio le cosiddette startup dell’ambito fintech, che offrono una serie di servizi bancari digitali. Il servizio di banking per la gestione del conto può essere utilizzato esclusivamente con l’app digitale o tramite il sito internet ed è destinato tendenzialmente a utenti giovani avvezzi alla tecnologia. Ci sono inoltre differenze per quanto riguarda i servizi offerti, in particolare in relazione ai conti, al prelievo di denaro o alle commissioni. Queste sono le principali differenze tra le banche online e le banche svizzere tradizionali:

Contatto tramite la funzione chat dell’app

al contrario delle banche classiche, quelle digitali si basano su un’app web o per smartphone.

Questi istituti finanziari, che a differenza di quelli tradizionali non possiedono una propria rete di filiali, sono chiamati anche banche dirette. Gli utenti svolgono tutte le operazioni bancarie e gli ordini legati al loro conto autonomamente tramite online banking. Il conto viene aperto tramite un’apposita procedura online all’interno dell’app o al computer e i contatti con il servizio clienti vengono gestiti tramite la funzione chat presente nell’app dell’istituto. Il vantaggio? I servizi digitali non hanno orari di chiusura e quindi sono disponibili anche durante il week end 24 ore su 24. Di norma anche le banche tradizionali hanno un’offerta online. PostFinance, ad esempio, propone il servizio di online banking e-finance. Le banche che operano esclusivamente online possono risparmiare sui costi legati alla gestione delle filiali e quindi sono in grado di proporre offerte di base generalmente convenienti. Lo svantaggio è che i clienti non hanno la possibilità di richiedere un colloquio di consulenza personale.

Pertanto chi necessita e apprezza questo tipo di servizio rimarrà probabilmente deluso. Chi invece non dà molta importanza a questo aspetto e preferisce svolgere tutte le operazioni online si troverà bene con una banca che opera unicamente in rete.

Offerta chiara: account base e premium

L’offerta di base delle banche comprende di solito la gestione gratuita di un conto giro con carta che, nel caso di PostFinance, corrisponde al conto privato. Inoltre solitamente è possibile ordinare una carta di credito VISA o Mastercard a condizioni vantaggiose. Per effettuare prelievi di contanti e transazioni gratuitamente e illimitatamente con le banche online è necessario un account premium.

L’offerta di alcune banche online non è ancora molto matura e talvolta non contempla funzioni importanti soprattutto per i giovani, come Apple Pay o Google Pay. Un altro aspetto di cui gli utenti svizzeri devono tenere conto è che N26 è un operatore tedesco, mentre Revolut è un’azienda inglese. Di conseguenza molti istituti digitali non sono perfettamente integrati nel traffico dei pagamenti svizzero come quelli locali. All’apertura di un conto giro, ad esempio, non si riceve un numero di conto svizzero, quindi alcune banche online non solo adatte per il conto salario.

Nessun bancomat ma prelievi di contanti gratuiti in tutta Europa

Oltre a non avere a disposizione nessuna filiale per un colloquio personale con gli impiegati di banca, di norma non si ha nemmeno la possibilità di prelevare denaro da un bancomat dell’istituto. I clienti, quindi, dove e come possono prelevare il denaro dal loro conto? Questi operatori offrono la seguente soluzione: danno la possibilità ai clienti di effettuare alcuni prelievi gratuiti (nel caso di N26 sono cinque) a diversi bancomat. Per ogni prelievo successivo bisogna pagare una commissione. Di norma è possibile versare denaro sul proprio conto solamente online tramite bonifico bancario. Per i trasferimenti con carta di credito bisogna pagare, invece, una commissione, come anche per la maggior parte degli altri pagamenti che non sono online.

Sicurezza: monitoraggio tramite strumenti di sicurezza automatici

Come già ricordato, le banche online fanno molta attenzione a risparmiare sui costi per riuscire a mantenere un’offerta di base conveniente e, tra le altre cose, cercano di ridurre il più possibile le spese del personale. I risparmi in questo settore si riflettono anche nel numero di dipendenti impiegati nell’ambito della sicurezza e del monitoraggio, che vengono rimpiazzati da tool automatici. Solo il tempo ci dirà se questa diventerà la prassi per le banche svizzere, che spesso dispongono di grandi team che si occupano di compliance.

Inoltre le banche online sono soggette ad attacchi di phishing, in cui i clienti hanno talvolta perso molti soldi. Con il phishing, i truffatori tentano di ottenere dagli internauti dati confidenziali, come ad esempio le credenziali di accesso dell’e-banking o le informazioni delle carte di credito, per usarli in modo improprio. Gli attacchi di phishing sono però un problema diffuso che non riguarda solamente le banche online. Se volete sapere come aumentare la vostra sicurezza in rete, leggete il nostro articolo «Undici consigli per la vostra sicurezza su internet».

Non da ultimo, se la banca online è straniera, gli utenti non possono godere della garanzia svizzera dei depositi, ovvero i CHF 100’000.− che spettano a ogni cliente in caso di fallimento dell’istituto. Si corre quindi un importante rischio se si deposita il denaro presso una banca estera. 

Offerta di base conveniente con servizi aggiuntivi a pagamento

Risparmiando grazie a un modello semplificato che prevede meno personale e assenza di filiali o bancomat, le banche online promettono condizioni vantaggiose. Vengono quindi offerti prelievi di denaro all’estero in parte gratuiti e transazioni oltre confine senza commissioni. Ma attenzione: vi sono costi nascosti e le banche online cercano sempre di rendere allettanti diversi servizi aggiuntivi che sono però disponibili solo a pagamento per gli utenti con un abbonamento premium mensile.

Utili eventualmente come seconda carta di credito

Per voi è importante vivere la vostra banca anche fisicamente in una filiale? Desiderate avere, di tanto in tanto, un contatto personale con consulenti clienti? Per molti questo aspetto è importante, soprattutto per discutere del denaro accumulato con fatica. Altri hanno esigenze che richiedono consulenze approfondite e il supporto di un esperto. Questi clienti possono trovare un servizio più adatto a loro rivolgendosi a una banca tradizionale.

Affidandosi alle banche online, gli utenti beneficiano di costi inferiori che però possono tradursi in standard di sicurezza inferiori e un servizio clienti limitato. Tuttavia, se si è prudenti e si sa come proteggersi su internet, può essere utile possedere un conto aggiuntivo presso una banca online come carta di credito aggiuntiva per le vacanze o per gli acquisti online in valuta estera.

Per chi vuole andare sul sicuro è meglio optare per una banca tradizionale come PostFinance. 

Sapevate che anche PostFinance offre conti con prelievi di denaro gratuiti all’estero e conti in euro e altre valute estere?

La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Grazie per la valutazione
Valutare l’articolo

Altri argomenti che potrebbero interessarvi