La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Tempo di lettura 2 Minuti Tempo di lettura 2 Minuti
Creato il 30.01.2020

Operazioni su divise: anche i privati possono trarre vantaggio dalle oscillazioni delle valute estere

L’acquisto e la vendita di divise è interessante non solo per le aziende. Al contrario, le operazioni su divise possono essere convenienti anche in ambito privato, ad esempio per la lungimirante Melania Bianchi. Ecco cosa è necessario sapere.

A Melania Bianchi piace pianificare in anticipo, ad esempio le vacanze, che anche quest’anno intende trascorrere con tutta la famiglia nel suo Paese preferito, la Francia. Ha infatti prenotato già da un anno la casetta in cui trascorreranno due settimane. Nella gestione del denaro Melania è lungimirante proprio come nella pianificazione dei viaggi. Sapendo che pagherà regolarmente in euro, qualche tempo fa ha provveduto ad acquistarne a un tasso di cambio vantaggioso. Oggi potrà così saldare la fattura dell’affitto per le vacanze in modo conveniente mediante addebito sul suo conto privato in EUR. 

Cosa comportano le operazioni su divise?

Melania Bianchi applica in ambito privato il principio che le aziende adottano nel loro business: effettua la compravendita di divise in modo da tutelarsi contro i rischi di cambio e sfruttare le divise a proprio favore. In caso di andamento negativo dei corsi, Melania avrebbe anche avuto la possibilità di rivendere gli euro acquistati. La compravendita di divise a un determinato corso senza che venga fissato alcun termine costituisce il caso più semplice di operazioni su divise ed è chiamata anche operazione spot. Il presupposto è che si disponga di un conto nella rispettiva valuta.

Chi può trarre vantaggio dalle operazioni su divise?

In Svizzera non sono solo le aziende a diventare sempre più internazionali: anche in ambito privato intratteniamo sempre con frequenza maggiore relazioni con l’estero, esponendoci così alle oscillazioni valutarie. Di conseguenza le operazioni spot diventano sempre più interessanti anche per i privati e rappresentano una valida scelta per tutti coloro che acquistano regolarmente merci o servizi all’estero, in loco così come online. L’importo delle fatture può essere infatti addebitato direttamente sul rispettivo conto in valuta estera, evitando di esporsi a rischi di cambio. 

Presso PostFinance è possibile scambiare le seguenti nove valute estere:

  • AUD (dollaro australiano)
  • CAD (dollaro canadese)
  • DKK (corona danese)
  • EUR (euro)
  • GBP (sterlina britannica)
  • JPY (yen giapponese)
  • NOK (corona norvegese)
  • SEK (corona svedese)
  • USD (dollaro americano)

Ecco come acquistare e vendere valute

Il principio è semplice: quando il tasso di cambio è particolarmente favorevole «si fa il pieno» su un conto in valuta estera, in modo da poter successivamente saldare le fatture direttamente in valuta estera o prelevare denaro contante dal conto privato. L’importante è monitorare con attenzione il mercato valutario, in modo da svolgere le operazioni su divise al momento giusto. L’apprezzamento e la svalutazione delle divise sono legate principalmente all’andamento economico di un Paese e alla rispettiva politica monetaria e dei tassi d’interesse. Una volta che la decisione è stata presa, è possibile effettuare un’operazione su cambi per telefono (n. tel.: +41 58 338 11 01) o, per importi compresi tra CHF 5’000.– e CHF 50’000.–, anche direttamente in e-finance.

La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Grazie per la valutazione
Valutare l’articolo

Altri argomenti che potrebbero interessarvi