La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Valutazione (%t)
Creato il 31.07.2019

Silver Economy: l’evoluzione demografica offre opportunità di investimento

La «Silver Economy» non ha niente a che vedere con le monete d’argento. Si tratta però sempre di denaro e di investimenti: il nome «Silver Economy» identifica tutte le attività commerciali di un’impresa rivolte a soddisfare le necessità e le esigenze consumistiche dei cittadini più anziani. L’aumento dell’età media della popolazione in tutto il mondo rende la «Silver Economy» un tema interessante per gli investitori, con un grande potenziale.

Lo sviluppo demografico globale procede a pieno ritmo: il numero di persone anziane in tutto il mondo passerà da uno a due miliardi entro il 2050. Nei paesi industrializzati il numero degli ultra sessantacinquenni cresce addirittura circa tre volte più velocemente rispetto alle nuove generazioni. I senior sono una fascia di età in rapida espansione e le offerte sul mercato rivolte a loro sono sempre più numerose e differenziate: la «Silver Economy» non si avvantaggia solo di questa forte e repentina crescita, ma anche del crescente potere di acquisto di questa generazione.

Baby boomer: particolarmente redditizi per diversi settori

Particolarmente rilevante per il mercato della Silver Economy è la generazione dei cosiddetti «baby boomer» nati tra il 1955 e il 1969 che, soprattutto nel dopoguerra, hanno approfittato di una piena occupazione. Questo ha consentito loro di accantonare denaro e di crearsi un patrimonio, non da ultimo perché hanno investito nel lungo periodo e si sono occupati della propria previdenza. Pertanto possono contare su un elevato potere d’acquisto. In considerazione anche della propensione ai consumi dei nuovi senior e dell’evoluzione demografica, questa fascia di età è un gruppo target particolarmente redditizio per le aziende. Nel contempo, insieme all’età, di norma cresce anche il fabbisogno di prestazioni sanitarie e di prodotti medici. Di queste necessità possono approfittare altre aziende attive in questo settore. Anche in altri settori la generazione dei «baby boomer» è particolarmente presente: ad esempio nel settore finanziario, nelle assicurazioni, nel tempo libero e nel wellness, così come nel lifestyle e nella tecnologia.

Le aziende con offerte specifiche per senior hanno molto potenziale

Le aziende di questi settori sono particolarmente interessanti:

Assicurazioni

L’aumento dell’aspettativa di vita in tutto il mondo va di pari passo con una domanda crescente di prodotti assicurativi. Ne approfittano in particolare le assicurazioni sulla vita e di rendita. Nei paesi che non dispongono di sistemi sociali moderni che coprono il costo della vita, sta già aumentando la richiesta di prodotti della previdenza privata per la vecchiaia. La maggior parte degli assicuratori mette inoltre a disposizione notevoli risorse e mezzi per sviluppare soluzioni su misura di questo gruppo target.

Tecnologia

Una buona qualità della vita e una vita il più possibile indipendente fino in età avanzata: sono questi i desideri dei nuovi senior. Se ne avvantaggiano le aziende tecnologiche che offrono questo tipo di prodotti e di servizi tecnici e che presentano un elevato potenziale. Tra queste aziende rientrano, ad esempio, i produttori di sistemi di allarme smart, di app e di gadget per la salute, di e-bike o di prodotti basati sulla voce. Ma anche i social media, i sevizi di consegna a domicilio e la tecnologia mobile sono molto amati dalla «silver generation». Perché «una vita indipendente» vuol dire, sempre più, anche una vita connessa. Le soluzioni tecniche per combattere la solitudine e l’isolamento, in una forma o nell’altra, soddisfano quindi una reale esigenza di questa generazione.

Beni di consumo

In generale la «silver generation» attribuisce un valore più alto a una vita attiva, non da ultimo anche perché ha un’aspettativa di vita maggiore. Pertanto questo gruppo target è ancora più interessante anche per le aziende del settore dei beni di consumo. La richiesta di integratori alimentari, prodotti cosmetici per persone anziane, moda, elettrodomestici smart, ma anche beni di consumo è destinata a crescere di conseguenza. Come prima generazione del periodo post-bellico, i «baby boomer» sono considerati particolarmente propensi al consumo.

Salute

Più la popolazione invecchia, più cresce il fabbisogno di prestazioni sanitarie. E con l’incremento dell’età delle persone in tutto il mondo cresce anche la diffusione di malattie croniche, come il diabete o le patologie cardiocircolatorie: una vera sfida, ma anche un’opportunità per tutto il settore della sanità. Soprattutto le aziende farmaceutiche e le aziende innovative del settore Health Tech (come la tecnologia medica, la biotecnologia o la tecnica farmaceutica) si attendono un forte aumento della domanda. Come quasi nessun altro settore, quello della sanità è fortemente influenzato dall’invecchiamento della popolazione.

Investire direttamente in aziende o in fondi della «Silver Economy»

L’evoluzione demografica, insieme all’invecchiamento della popolazione, è una sfida crescente per l’economia, la politica e la società. Nel contempo le maggior aspettative di vita offrono però anche delle opportunità. Puntando su prodotti che investono nella sanità, nel settore finanziario e assicurativo, nella tecnologia e nei beni di consumo per la «silver generation» gli investitori possono beneficiare della continua crescita di questo gruppo di consumatori. Gli investitori possono anche investire direttamente in aziende che offrono prodotti e servizi per la generazione 60+. Qui sono interessanti soprattutto le aziende dei settori citati, che hanno già ora offerte per questo gruppo target o sviluppano già prodotti innovativi. Vi sono poi i fondi tematici, che investono già nelle aziende della «Silver Economy»: una possibilità per gli investitori di partecipare con un investimento diversificato in questo interessante mercato.

Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Valutazione (%t)

Altri argomenti che potrebbero interessarvi