La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Valutazione (%t)
Tempo di lettura 4 Minuti Tempo di lettura 4 Minuti
Creato il 22.10.2019 | Aggiornato al 23.10.2019

Ingresso in borsa come opportunità per gli investitori

Gli ingressi in borsa possono essere molto redditizi per gli investitori. Ad esempio, quando LinkedIn è approdato in borsa nel maggio 2011, il prezzo delle azioni è salito da 45 a oltre 94 dollari americani il primo giorno di negoziazione. Cinque anni dopo, Microsoft ha rilevato l’azienda per quasi 200 dollari per azione. Tuttavia, ci sono anche sviluppi piuttosto mediocri o insuccessi negli ingressi in borsa. Quando Twitter è approdato in borsa nel novembre 2013, il prezzo delle azioni è salito di oltre il 70% fino a poco meno di 45 dollari americani il primo giorno di negoziazione. Oggi, la quotazione di circa 40 dollari è ben al di sotto del prezzo di chiusura del primo giorno di negoziazione.

Le offerte pubbliche iniziali (IPO) più discusse dell’ultimo decennio includono Facebook, Twitter, Snapchat e Alibaba. I primi tre sono i classici colossi della tecnologia che erano in rosso al momento della quotazione in borsa e che fino ad oggi in alcuni casi non sono stati redditizi, ma che avevano già una valutazione di mercato di oltre 1 miliardo di dollari prima dell’ingresso in borsa. Tuttavia, gli investitori hanno approfittato ad esempio della prima ora su Facebook, quando hanno conservato i loro titoli fino ad oggi e non li hanno venduti di nuovo dopo il primo crollo delle quotazioni. Con Twitter e Snapchat, invece, la situazione è ancora meno rosea oggi. Le azioni di entrambe le società sono ancora al di sotto del prezzo di emissione al momento dell’offerta pubblica iniziale.

Alibaba batte tutti i record

Il commerciante online Alibaba deteneva già una quota di mercato dell’80% nel suo mercato interno, la Cina, al momento dell’ingresso in borsa. La domanda di titoli era enorme. Il New York Stock Exchange (NYSE) ha impiegato quasi due ore e mezza per quotare un primo prezzo a causa della massa di ordini di acquisto. Il prezzo di emissione per azione inizialmente previsto era di 68 dollari americani. Nel frattempo, il giorno dell’offerta pubblica di acquisto, il prezzo è salito a quasi 100 dollari americani. Con un volume totale di 25 miliardi di dollari, la quotazione in borsa di Alibaba è la più grande del paese fino ad oggi. Dal debutto in borsa nell’agosto 2014, il valore dei titoli è raddoppiato. Sia i colossi tecnologici sia le società consolidate possono quindi essere molto interessanti per gli investitori.
Attualmente, le aziende di tutto il mondo sono riluttanti a fare il loro ingresso in borsa. Secondo la società di consulenza Ernst & Young, nel primo trimestre del 2019, i volumi di emissione sono diminuiti di quasi tre quarti rispetto all’anno precedente attestandosi a 13,1 miliardi di dollari. Quest’anno, tuttavia, ci sono anche alcune interessanti opportunità, soprattutto in Svizzera.

Quali IPO negli ultimi mesi sono state interessanti per gli investitori?

Il gruppo ferroviario svizzero Stadler Rail è diventato pubblico il 12 aprile 2019. L’interesse per le azioni era enorme. La domanda ha superato l’offerta. Le azioni sono state collocate principalmente presso investitori istituzionali quali casse pensioni, assicurazioni o fondi d’investimento. Molti investitori privati sono rimasti a mani vuote.

Ma questo non deve essere per forza uno svantaggio. In molti casi, in vista di una IPO annunciata pubblicamente, i media suscitano aspettative elevate, e in alcuni casi esagerate, circa il potenziale di un’azione che farà salire il prezzo intorno alla data dell’IPO. Spesso il prezzo viene corretto di nuovo nei mesi successivi, il che crea un’interessante finestra di partenza per gli investitori privati. Questo è stato il caso recente dell’approdo in borsa di Sensirion: nei primi mesi dopo l’IPO, il prezzo delle azioni è aumentato significativamente. Oggi, tuttavia, i titoli sono nuovamente quotati al prezzo di emissione originale.

Cosa devo considerare in quanto investitore?

Informazioni complete sul sistema sono importanti per ogni tipo di investimento. Nel caso di un’offerta pubblica iniziale (IPO), è consigliabile richiedere il prospetto di emissione e le informazioni preliminari, a condizione che la società in questione lo metta a disposizione degli investitori privati in anticipo.

Nell’ambito di un ingresso in borsa, si dovrebbero trattare in particolare i seguenti punti.

  • Periodo di sottoscrizione: in una IPO, il periodo di sottoscrizione descrive un periodo definito dalla società emittente entro il quale le azioni possono essere sottoscritte a un prezzo fisso (prezzo di emissione). In un altro contesto, il termine può anche riferirsi all’emissione di obbligazioni.
  • Metodo del pricing: il prezzo di emissione può essere determinato in vari modi. Per semplicità, distinguiamo tra due approcci. Il metodo più semplice è il metodo del prezzo fisso. Qui la società emittente definisce un prezzo fisso al quale le azioni possono essere sottoscritte durante il periodo di sottoscrizione. Il metodo più comune oggi è la procedura del libro degli ordini (bookbuilding). Si tratta di un tipo di asta in cui gli investitori interessati presentano offerte per un certo numero di azioni entro il periodo di sottoscrizione. La società emittente decide poi quali investitori riceveranno il supplemento.
  • Banca partner: se si desidera acquistare i titoli di un’azienda in borsa prima della negoziazione aperta, è possibile organizzare tutto questo tramite la propria banca.
  • Flottante (Free Float): un fattore importante per valutare l’attrattiva di un’offerta pubblica iniziale è il flottante, ovvero la quota del capitale sociale totale di una società che può essere liberamente negoziata in borsa. In alcuni ingressi in borsa, solo una parte del capitale azionario viene offerta in sottoscrizione. Ciò può portare i principali azionisti della società a concentrare il proprio potere su se stessi e a poter far valere più facilmente i propri interessi in un’assemblea generale. Per gli investitori privati, questo può rappresentare un rischio o un’opportunità, a seconda del punto di vista di questi grandi azionisti. La quotazione in borsa di Stadler Rail ne è un esempio, poiché solo il 40% circa delle azioni è stato offerto.
Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Valutazione (%t)

Altri argomenti che potrebbero interessarvi