Press Release

La Posta aumenta il monte salari dello 0,9% e il personale riceverà un premio di ringraziamento

Nel 2022 il personale della Posta riceverà un salario più elevato: lo 0,9% del monte salari sarà destinato a misure salariali individuali. Inoltre, il personale riceverà un premio di ringraziamento di 500 franchi in segno di riconoscimento per il lavoro svolto in condizioni difficili come quelle dettate dalla pandemia. Questo è il risultato delle trattative salariali tenutesi quest’anno tra le parti sociali la Posta, PostFinance e i sindacati syndicom e transfair. Circa 27’000 collaboratrici e collaboratori con contratto collettivo di lavoro Posta (CCL) e quasi 3000 membri del personale con CCL PostFinance beneficeranno del risultato di queste trattative.

Dopo diverse tornate, le delegazioni della Posta, di PostFinance, di syndicom e di transfair hanno trovato un accordo e deciso di introdurre nel 2022 le seguenti misure salariali per il personale con CCL Posta e CCL PostFinance:

  • La Posta aumenta il monte salari dello 0,9%. In linea di principio, un aumento salariale individuale dipende dalla posizione occupata all’interno della fascia salariale e dal rendimento individuale. In questo modo è soprattutto alle collaboratrici e ai collaboratori con salari situati nelle posizioni più basse della rispettiva fascia salariale che viene offerta la possibilità di recuperare con un’evoluzione salariale superiore alla media in caso di buon rendimento.
  • Le fasce salariali di tutti i livelli di funzione vengono aumentate di un importo fisso pari allo 0,4%. Di conseguenza, nel 2022 il salario minimo offerto dalla Posta aumenterà di 202 franchi, per un totale di 50’653 franchi.

Inoltre, la Posta vuole nuovamente ringraziare i membri del suo personale per il loro straordinario lavoro: le collaboratrici e i collaboratori della Posta con un contratto collettivo di lavoro riceveranno quindi insieme al salario di aprile un premio di ringraziamento dell’importo di 500 franchi in segno di riconoscimento per l’impegno prestato nelle difficili condizioni dettate dalla pandemia. Anche alle persone in formazione sarà versato un contributo una tantum di 350 franchi. I premi saranno corrisposti proporzionalmente al grado di occupazione.

Conformemente al contratto collettivo di lavoro, le trattative salariali si tengono con cadenza annuale. La situazione economica della Posta e la situazione del mercato del lavoro fungono da base per eventuali modifiche insieme ai confronti con le imprese concorrenti e all’evoluzione del costo della vita. Vengono presi in considerazione anche i salari medi per categoria professionale e regione salariale.

Effetti sul salario a partire da aprile

Il risultato ottenuto dalle delegazioni negoziali ha già ricevuto l’approvazione degli organi decisionali della Posta e di PostFinance e di quelli di syndicom e di transfair. Si tratta delle Commissioni del Consiglio di amministrazione competenti nel caso della Posta e di PostFinance SA, dell’assemblea dei delegati per syndicom e della direzione settoriale per transfair. Le misure salariali saranno quindi in vigore a partire da aprile.