Press Release

Le attuali polizze di versamento saranno ritirate dal mercato entro il 30 settembre 2022

PostFinance ha fissato la data di fine validità delle polizze di versamento rosse (PV) e arancioni (PVR) al 30 settembre 2022, sostenendo così la digitalizzazione della contabilità e l’introduzione dei relativi nuovi prodotti, ovvero la QR-fattura ed eBill. PostFinance collabora con la piazza finanziaria svizzera per garantire il corretto svolgimento di tale processo di transizione.

Sotto la guida di SIX si sta procedendo, da diversi anni, all’armonizzazione e digitalizzazione del traffico dei pagamenti sulla piazza finanziaria svizzera. A tal fine, sulla base dello standard ISO 20022, si è provveduto dapprima a uniformare, ad esempio, le diverse procedure di pagamento precedentemente impiegate dagli istituti finanziari, per poi giungere all’introduzione della QR-fattura il 30 giugno 2020. A partire da questa data è iniziato un periodo di transizione, durante il quale è possibile effettuare i pagamenti sia con la PV e PVR sia con la nuova QR-fattura. PostFinance ha ormai fissato la data di fine validità delle polizze di versamento rosse e arancioni al 30 settembre 2022, con l’obiettivo di eliminare definitivamente le polizze di versamento finora impiegate per tutti i clienti bancari svizzeri.

Necessità d’intervento per tutti gli emittenti di fatture

Nella fase di transizione verso i nuovi prodotti, gli emittenti di fatture e le aziende con soluzioni hardware e software devono compiere alcuni interventi mirati. Pertanto, raccomandiamo a tutte le aziende che non si sono ancora occupate di tale passaggio di contattare al più presto la propria banca e il proprio fornitore di software, che provvederanno ad accompagnare gli emittenti di fatture e le aziende stesse verso una pianificazione e una transizione efficaci.

Possibilità di scelta per i destinatari delle fatture

I destinatari di fatture possono scegliere di beneficiare fin da subito dei vantaggi della QR-fattura passando ai pagamenti digitali. Gli istituti finanziari svizzeri, infatti, hanno già adattato le proprie soluzioni mobili e di e-banking per consentire ai destinatari di fatture, sia privati sia aziendali, di scansionare e pagare comodamente le proprie QR-fatture. La QR-fattura può essere utilizzata anche allo sportello della filiale e allo sportello automatico per pagare autonomamente le proprie fatture, oltre a poter essere spedita alla banca tramite ordine di pagamento in busta.

eBill va ancora oltre e permette già da ora di effettuare pagamenti digitali diretti in Svizzera: gli emittenti inviano le fatture direttamente e in piena sicurezza all’e-banking e m-banking dei propri clienti, i quali verificano l’esattezza di tutti i dati online e possono autorizzare il pagamento con un semplice clic.

Lo sviluppo congiunto della QR-fattura e di eBill

SIX gestisce, sviluppa e digitalizza il traffico dei pagamenti per la piazza finanziaria svizzera ed è responsabile, a nome delle banche, dell’elaborazione e del lancio sul mercato della nuova QR-fattura e di eBill. La QR-fattura ed eBill soddisfano i nuovi e più esigenti requisiti in materia di compliance e processi di automazione della fattura a favore della digitalizzazione.

Per ricevere maggiori informazioni sulla QR-fattura e su eBill, i destinatari delle fatture sono invitati a rivolgersi alla propria banca. Allo stesso modo, anche gli emittenti di fatture e le aziende con soluzioni hardware e software devono contattare la propria banca e/o il proprio fornitore di software.