La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Tempo di lettura 3 Minuti Tempo di lettura 3 Minuti
Creato il 04.05.2021

Trovare candidati in modo più efficace nel mondo digitale

Per conoscersi a vicenda, spesso i canali digitali sono il mezzo più efficace e questo vale anche nel mercato del lavoro. Sarah Bucher, responsabile Recruiting & Employer Branding, spiega perché la digitalizzazione sta diventando sempre più importante per acquisire nuovi collaboratori.

Chi desidera contribuire a plasmare il futuro digitale e lavorare a innovazioni e sviluppi presso PostFinance? Per trovare pioniere e pionieri che portino know-how, coraggio ed entusiasmo, l’istituto finanziario testa nuove strade.

Posizionarsi come datore di lavoro

In occasione dell’ IT Challenge for Future , ad esempio, nella primavera 2021 l’istituto finanziario ha invitato persone con un’affinità per l’informatica e la matematica a risolvere un problema complesso. L’iniziativa aveva un duplice scopo: da un lato permettere agli specialisti di oggi di fare qualcosa di buono per gli specialisti di domani. Infatti la somma in palio di 10’000 franchi offerta da PostFinance è stata devoluta a nome del vincitore a un’organizzazione per le giovani promesse dell’IT a sua scelta. Dall’altro PostFinance ha sfruttato la possibilità di presentarsi come datore di lavoro interessante e di posizionarsi: ha permesso ai partecipanti alla Challenge di dare un’occhiata ai progetti in cantiere e ha fornito loro una panoramica delle offerte di lavoro. Inoltre tutte le persone interessate hanno potuto lasciare i loro dati di contatto.

Permettere alle persone di conoscersi sin dall’inizio

Come dimostra questo esempio, quando si parla di specialisti di IT e digitalizzazione, la prassi attuale «messa a concorso − candidatura − assunzione» non è più sufficiente. «Vogliamo mostrare al mondo del lavoro quello che offriamo, ciò a cui stiamo lavorando e in cosa è possibile cimentarsi lavorando da noi», spiega Sarah Bucher, responsabile Recruiting & Employer Branding presso PostFinance. Così facendo si entra in contatto con gli specialisti secondo nuove modalità: non concentrandosi esclusivamente su un’offerta di lavoro specifica, bensì puntando sul fare conoscenza e sullo scambio non vincolante.

Persuadere in qualità di datore di lavoro

I canali digitali offrono molte possibilità in questo ambito. «Possiamo contattare attivamente potenziali nuovi collaboratori tramite campagne online, LinkedIn o piattaforme specializzate sulle quali sono presenti specialisti», spiega Sarah Bucher. Questo cosiddetto Active Sourcing consiste sempre nel destare interesse, svolgere un lavoro di persuasione con informazioni e know-how e anche creare contatti personali. «Per noi è importante, ad esempio, che gli specialisti interessati possano avere uno scambio diretto con i superiori o i potenziali responsabili».

Reclutamento da pari a pari

Reclutare in modo moderno significa anche trattare gli altri come pari, come mostra questo esempio: per assegnare una posizione dirigenziale, Gabriela Länger si è rivolta direttamente alle possibili candidate e ai possibili candidati in qualità di membro della direzione responsabile con un videomessaggio. Nel video ha presentato i compiti, l’azienda e se stessa come superiore. Il reclutamento non diventa quindi solamente più digitale, ma anche più personale. Infine, questo modifica anche i ruoli: è sempre più importante che gli specialisti e i collaboratori si scambino opinioni nei forum specializzati e che utilizzino il loro network per informare delle possibilità di lavoro presso PostFinance.

Rendere l’intero processo di candidatura più efficiente

«Al contempo lavoriamo per rendere l’intero processo di candidatura digitale più efficiente e sfruttare tutte le possibilità a disposizione nell’ambito del reclutamento», sottolinea la responsabile Recruiting & Employer Branding presso PostFinance. In questo modo vengono poste le basi per costruire pool di candidati contenenti i contatti di candidate e candidati precedenti o di altre persone che possono essere interessanti per lavori futuri.

A proposito di candidatura: tre consigli di prima mano

Ecco tre consigli alle candidate e alle candidate da parte di Sarah Bucher, responsabile Recruiting & Employer Branding presso PostFinance:

  • Fare domande: in caso di dubbi riguardo all’idoneità del profilo, chiedere ai superiori. La persona di contatto sarà lieta di fornire informazioni sui requisiti. È raro che un profilo corrisponda al 100% al profilo richiesto. Sarebbe un peccato non candidarsi pur avendo magari buone possibilità di farcela.
  • Sfruttare il network: un buon network offre la possibilità di essere informati su ottime posizioni, scoprire di più in merito a offerte di lavoro o persino di essere raccomandati per posizioni interessanti.
  • Curare la presenza sui social media: un buon profilo che mette in mostra il proprio valore aggiunto aumenta la probabilità di essere invitati a un colloquio per il proprio impiego ideale.
La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Grazie per la valutazione
Valutare l’articolo

Altri argomenti che potrebbero interessarvi