Il nostro posizionamento: riduzione moderata dei rischi

La congiuntura dà segni di debolezza e sui mercati finanziari l’umore si fa sempre più nero. A nostro parere si impone un’ulteriore, moderata riduzione della quota di azioni. La situazione dei bassi tassi d’interesse potrebbe invece agevolare i fondi immobiliari svizzeri.

Dopo il forte aumento delle quotazioni nel primo semestre del 2019, durante l’estate lo stato d’animo sui mercati è decisamente cambiato. Nelle scorse settimane i timori di una recessione hanno fatto vacillare i mercati azionari, obbligazionari e valutari come non mai quest’anno. Le perdite sui mercati azionari, comunque, sono state limitate. Molto più spettacolare è stata la reazione dei mercati obbligazionari alle preoccupazioni per la congiuntura: in molti casi, i rendimenti hanno toccato livelli mai sfiorati prima. In Svizzera, per le obbligazioni federali decennali, per un certo periodo gli investitori hanno dovuto fare i conti con un rendimento negativo dell’1,1% per anno. 

Orientare i portafogli verso una congiuntura più debole

Non c’è nulla che gli investitori temano più di una recessione. Durante le ultime tre recessioni i mercati finanziari hanno subito, in media, una correzione del 32%. Durante l’ultima di queste fasi, le perdite sui mercati azionari sono ammontati ad addirittura il 50%. Tuttavia non siamo ancora a quei livelli. In questo momento, sulla base dei dati economici e congiunturali disponibili, non si lascia intravedere una recessione. Crediamo anche che le banche centrali abbiano al proprio arco ancora qualche freccia per prolungare la crescita.

Dal punto di vista degli investitori, ad ogni modo, è richiesta qualche cautela. In più ambiti la congiuntura ha dato segnali di debolezza. Il contesto politico resta difficile e pesa sulle attività d’investimento delle aziende e, a sua volta, sulla congiuntura. Infine, nelle ultime settimane anche l’atteggiamento sui mercati finanziari è stato via via caratterizzato da una maggiore cautela.

Dal nostro punto di vista, a fronte della situazione attuale si impone un’ulteriore, moderata riduzione dei rischi nel portafoglio. Raccomandiamo pertanto una nuova, lieve riduzione della quota di azioni e un aumento della quota di obbligazioni straniere. Questa ridistribuzione rende il portafoglio un po’ più difensivo nel suo complesso e meno soggetto alle future oscillazioni del mercato azionario, che nel contesto attuale devono essere messe in conto.

Perché gli investitori non temono nulla più di una recessione

Andamento dei rendimenti di azioni e obbligazioni prima e durante le recessioni USA

Il grafico mostra l’andamento dei prezzi di azioni e obbligazioni prima e durante una recessione negli Stati Uniti. Durante le ultime tre recessioni, in media le azioni hanno perso un terzo del loro valore, mentre per le azioni dei paesi emergenti le perdite sono state addirittura maggiori. Al contrario, le obbligazioni sovrane sono considerate sicure e il loro valore, generalmente, aumenta durante le recessioni.

Durante le ultime tre recessioni, in media le azioni hanno perso un terzo del loro valore, mentre per le azioni dei paesi emergenti le perdite sono state addirittura maggiori. Al contrario, le obbligazioni sovrane sono considerate sicure e il loro valore, generalmente, aumenta durante le recessioni. 

Riduzione delle azioni dei paesi emergenti

Il calo dei tassi d’interesse negli ultimi mesi ha messo le ali alla domanda di titoli di aziende solide con modelli commerciali poco soggetti al variare della congiuntura. Le azioni di aziende fortemente dipendenti dalla congiuntura presentano un andamento dei corsi sensibilmente peggiore. A beneficiare di questa situazione sono state le azioni svizzere, mentre ne hanno sofferto quelle dei paesi emergenti. Finché non assisteremo a una ripresa della dinamica dell’economia mondiale, non prevediamo cambiamenti di questa tendenza. Pertanto manteniamo la nostra sovraponderazione di azioni svizzere, ma da ora consigliamo anche di sottoponderare le azioni dei paesi emergenti. A fronte del perdurare di una situazione politica incerta in Gran Bretagna e dell’elevata probabilità di una Brexit senza accordo, manteniamo anche la sottoponderazione delle azioni britanniche.

I rendimenti di distribuzione dei fondi immobiliari sono interessanti.

Gli interessi bassi rendono interessanti i fondi immobiliari

Sebbene consigliamo un posizionamento più cauto del portafoglio, riteniamo anche che il contesto attuale offra opportunità per quanto riguarda i fondi immobiliari svizzeri. Se rapportati al livello dei tassi d’interesse in Svizzera, oggi ancora più basso, i rendimenti di distribuzione dei fondi immobiliari, pari in media al 2,7%, ci appaiono interessanti. Raccomandiamo di aumentarne ulteriormente la quota, per approfittare così dei livelli straordinariamente bassi degli interessi. 

Rally da record per le obbligazioni di stato

Nell’ultimo mese il ritorno dei timori di una recessione ha avuto ripercussioni particolarmente pesanti sui mercati obbligazionari. Il calo dei rendimenti ha fatto schizzare più in alto che mai i prezzi delle obbligazioni. Anche l’oro ha beneficiato delle incertezze degli investitori, mentre i bassi tassi d’interesse hanno messo le ali alle quotazioni dei fondi immobiliari svizzeri. Gli investimenti in azioni, fortemente dipendenti dalla congiuntura, hanno invece avuto un andamento negativo. 

Evoluzione del valore delle classi d’investimento

Valute 1 mese in CHF YTD in CHF
Valute
EUR
1 mese in CHF
−2,0%
YTD in CHF

−3,6%

Valute
USD
1 mese in CHF
−1,0%
YTD in CHF
−0,4%
Valute
JPY
1 mese in CHF
0,8%
YTD in CHF
2,7%

Azioni 1 mese in CHF YTD in CHF
1 mese in VL YTD in VL
Azioni
Svizzera
1 mese in CHF
−0,8%
YTD in CHF
20,3%
1 mese in VL

−0,8%

YTD in VL
20,3%
Azioni
Mondo
1 mese in CHF
−5,4%
YTD in CHF
12,8%
1 mese in VL
−4,5%
YTD in VL
13,2%
Azioni
USA
1 mese in CHF
−4,7%
YTD in CHF
16,1%
1 mese in VL
−3,7%
YTD in VL
16,5%
Azioni
Zona euro
1 mese in CHF
−7,4%
YTD in CHF
7,7%
1 mese in VL
−5,5%
YTD in VL
11,6%
Azioni
Gran Bretagna
1 mese in CHF
−8,2%
YTD in CHF
3,5%
1 mese in VL
−5,3%
YTD in VL
9,0%
Azioni
Giappone
1 mese in CHF
−4,2%
YTD in CHF
4,2%
1 mese in VL
−5,0%
YTD in VL
1,5%
Azioni
Paesi emergenti
1 mese in CHF
−9,1%
YTD in CHF
1,9%
1 mese in VL
−8,2%
YTD in VL
2,3%

Obbligazioni 1 mese in CHF YTD in CHF
1 mese in VL YTD in VL
Obbligazioni
Svizzera
1 mese in CHF
4,1%
YTD in CHF
7,4%
1 mese in VL

4,1%

YTD in VL
7,4%
Obbligazioni
Mondo
1 mese in CHF
1,3%
YTD in CHF
6,9%
1 mese in VL
2,3%
YTD in VL
7,3%
Obbligazioni
Paesi emergenti
1 mese in CHF
−0,1%
YTD in CHF
13,1%
1 mese in VL
0,9%
YTD in VL
13,5%

Investimenti alternativi 1 mese in CHF YTD in CHF
1 mese in VL YTD in VL
Investimenti alternativi
Immobili Svizzera
1 mese in CHF
6,2%
YTD in CHF
22,7%
1 mese in VL

6,2%

YTD in VL
22,7%
Investimenti alternativi
Oro
1 mese in CHF
6,6%
YTD in CHF
17,6%
1 mese in VL
7,6%
YTD in VL
18,0%

Il nostro posizionamento Focus Svizzera

Liquidità Vecchia TAA Nuova TAA
Liquidità
CHF
Vecchia TAA
7,0%
Nuova TAA
5,0%
Liquidità
JPY
Vecchia TAA
2,0%
Nuova TAA
2,0%
Liquidità
Totale
Vecchia TAA
9,0%
Nuova TAA
7,0%

Azioni
Vecchia TAA Nuova TAA
Azioni
Svizzera
Vecchia TAA
28,0%
Nuova TAA
28,0%
Azioni
USA
Vecchia TAA
8,0%
Nuova TAA
8,0%
Azioni
Zona euro
Vecchia TAA
3,0%
Nuova TAA
3,0%
Azioni
Gran Bretagna
Vecchia TAA
0,0%
Nuova TAA
0,0%
Azioni
Giappone
Vecchia TAA
2,0%
Nuova TAA
2,0%
Azioni
Paesi emergenti
Vecchia TAA
5,0%
Nuova TAA
3,0%
Azioni
Totale
Vecchia TAA
46,0%
Nuova TAA
44,0%

Obbligazioni Vecchia TAA Nuova TAA
Obbligazioni
Svizzera
Vecchia TAA
13,0%
Nuova TAA
13,0%
Obbligazioni
Mondo
Vecchia TAA
10,0%
Nuova TAA
12,0%
Obbligazioni
Paesi emergenti
Vecchia TAA
8,0%
Nuova TAA
8,0%
Obbligazioni
Totale
Vecchia TAA
31,0%
Nuova TAA
33,0%

Investimenti alternativi Vecchia TAA Nuova TAA
Investimenti alternativi
Immobili Svizzera
Vecchia TAA
7,0%
Nuova TAA
9,0%
Investimenti alternativi
Oro
Vecchia TAA
7,0%
Nuova TAA
7,0%
Investimenti alternativi
Totale
Vecchia TAA
14,0%
Nuova TAA
16,0%
Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Valutazione (%t)