La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Valutazione (%t)
Tempo di lettura 5 Minuti Tempo di lettura 5 Minuti
Creato il 17.01.2019

Pratico e indolore: risparmiare in modo intelligente per il pilastro 3a

«La previdenza non ha senso, visto che non so neanche se in futuro avrò bisogno di denaro». Quest’affermazione non sta in piedi, perché chi comincia per tempo a fare versamenti nel 3º pilastro potrà godersi davvero la vecchiaia (anche prima della rendita), grazie a vantaggi fiscali e un patrimonio maggiore. E poi, risparmiare per il pilastro 3a non deve essere per forza doloroso. Basta sapere come fare.

Non sappiamo cosa ci riserva il futuro né quanto tempo ci rimane sulla Terra. In giovane età, nessuno sa con certezza se raggiungerà o meno l’età della pensione; forse è per questo che molte persone trovano difficile occuparsi sin da giovani di tematiche come l’AVS, la cassa pensioni e i pilastri 3a e 3b. Risparmiare a questo scopo e quindi rinunciare ad altre spese può essere quindi ancora più impegnativo.

Una rinuncia del genere non deve però fare soffrire per forza: è possibile mettere da parte un patrimonio anche con poco denaro. Stiamo parlando di somme per le quali non è necessario un reddito sopra la media e che ognuno di noi ha a disposizione. Ad esempio: quante monetine inutilizzate avete sparse per casa? Solo in Germania, circa 15 miliardi di monete da uno e due centesimi sono date per «smarrite». Non conosciamo il dato per la Svizzera, ma non è questo il punto. Ciò che emerge dal dato tedesco è la velocità con cui questi importi ritenuti insignificanti potrebbero evolversi in una somma considerevole.

Ecco un altro esempio di come sia possibile accumulare un piccolo patrimonio con il poco denaro a cui non diamo peso nella vita di tutti i giorni: ogni giorno, prendete le monete di piccolo taglio dal portafoglio e mettetele da parte. Quanti soldi riuscite a raccogliere? Nessuno si accorgerà di questi pochi spiccioli o ne sentirà la mancanza, ma nel giro di un mese raggiungeranno già CHF 50.–. Se iniziassimo a versarli ogni mese nel pilastro 3a  a partire dall’età di 18 anni, al momento della pensione avremmo raccolto CHF 28’200.–: niente male, se pensiamo che inizialmente erano solo pochi spiccioli.

Non preferireste un bel gruzzoletto a caffè e sigarette?

Un secondo esempio tratto dalla vita reale: in Svizzera, ogni giorno si bevono in media tre tazze di caffè. Immaginate di versare ogni giorno alla previdenza un caffè simbolico. Contando quattro franchi al giorno, ogni mese risparmierete CHF 120.–. Ce la potete fare! Iniziando a versare questa somma alla previdenza dall’età di 18 anni, a 65 potrete vantare circa CHF 69’000.– tra i vostri averi.

Alcune persone potrebbero risparmiare ancora di più smettendo di fumare: data una media di 13 sigarette al giorno, un cittadino svizzero potrebbe investire ogni mese CHF 165.– nel pilastro 3a, invece che nel fumo. I fumatori potrebbero replicare: «Questa rinuncia di certo non mi farà ricco!». Ma riflettiamo: dai 18 anni alla normale si tratterebbe di oltre CHF 94’000.– risparmiati, per non parlare degli altri vantaggi per la qualità della vita.

Andare in pensione «da ricchi» non è poi così difficile

Se questi esempi non vi fanno sentire abbastanza «ricchi», immaginate: i lavoratori appartenenti a una cassa pensioni possono versare ogni anno l’importo massimo di CHF 6’826.– (dal 2019) consentito per il pilastro 3a. Sarebbe proprio ideale, no? Versando questo importo dal vostro 18º anno di vita fino alla pensione, la vostra previdenza privata sarebbe già bella consistente. Solamente con i versamenti volontari, raggiungereste un patrimonio di almeno CHF 318’096.–, senza contare interessi e interessi composti. Sommandolo alle altre prestazioni previdenziali (1º pilastro obbligatorio e 2º pilastro con la vostra cassa pensioni), raggiungereste la pensione in completa autonomia finanziaria, con un reddito che potrebbe essere definito da pensionato ricco. Al capitale risparmiato si aggiungono poi anche gli interessi e gli interessi composti percepiti sul vostro conto previdenza, oppure un rendimento se investite il denaro in un fondo di previdenza. Cosa altrettanto importante, potete far valere i vostri averi previdenziali nella dichiarazione fiscale e ridurre così di anno in anno il carico fiscale.

Non è sempre necessario versare l’importo massimo e non è detto che un giovane di almeno 18 anni riesca a farlo con cadenza annuale. In fin dei conti, prima di tutto ha senso guadagnarlo il denaro, per poi costruire un patrimonio previdenziale a lungo termine. Pertanto, calcoliamo un’ultima volta che cosa significa risparmiare presto, regolarmente e nel corso degli anni piccole somme di denaro per la previdenza per la vecchiaia. Nell’esempio seguente non si parla di una fortuna, ma di investire comunque volontariamente oltre CHF 100’000.– nella previdenza privata: è una somma realistica e può valerne la pena. Così, se cominciate a 20 anni a versare ogni mese CHF 200.– nel vostro conto 3a, arriverete a mettere da parte CHF 108’000.–.

Risparmiare una piccola fortuna in quattro semplici mosse

Per diventare ricchi da un giorno all’altro servirebbe probabilmente una vincita alla lotteria, non basta certo il 3º pilastro. Tuttavia, quanto prima cominciate a pensare alla vostra previdenza e a pianificare per il futuro, tanto più grande sarà il patrimonio che accumulerete, anche versando piccole somme. Ecco quattro semplici suggerimenti per compiere più facilmente il primo passo verso il risparmio.

Motivate voi stessi

Calcolate voi stessi quali spese inutili volete evitare in futuro: cose che non costano un’esagerazione, ma che, con un po’ di attenzione, potete investire in maniera oculata nella vostra previdenza privata.

Considerate il fattore tempo

«Meglio oggi che domani» è il vostro nuovo motto. Sul lungo periodo potete risparmiare una piccola fortuna anche con piccole somme di denaro.

Non perdete di vista l’obiettivo

Promettendo a voi stessi che i versamenti regolari non saranno un problema nella quotidianità, vi risulterà più facile fare qualche piccola rinuncia. Come clienti PostFinance potete aprire oggi stesso comodamente da casa un conto previdenza 3a. Anche allestire un ordine permanente aiuta a versare con disciplina e a raggiungere l’obiettivo previdenziale.

Risparmiate sulle imposte

La parola chiave, in questo caso, è detrarre: potete far valere tutti i contributi al 3º pilastro nella dichiarazione fiscale. Calcolate qui quale risparmio fiscale potete raggiungere con un pilastro 3a: il mistero è svelato.

Come vedete basta poco denaro per risparmiare un degno patrimonio per il futuro, senza difficoltà e senza grosse rinunce nella vita quotidiana.

Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Valutazione (%t)

Altri argomenti che potrebbero interessarvi