La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Tempo di lettura 20 Minuti Tempo di lettura 20 Minuti
Creato il 05.05.2021

Guida completa su come risparmiare nel 2021

Volete prendervi una lunga pausa? Comprare un’auto nuova? O semplicemente avere finalmente un fondo d’emergenza per sentirvi sicuri? Ci sono molte ragioni per mettere da parte denaro. La nostra guida completa vi fornisce tutte le informazioni, gli strumenti, i consigli e i suggerimenti per risparmiare denaro da spendere per ciò che vi rende davvero felici.

Parte 1: Perché è importante cominciare subito a risparmiare

È meglio godersi il presente invece di risparmiare per il futuro? Molti di noi hanno difficoltà a trovare l’equilibrio tra piani a lungo termine e le nostre esigenze più immediate. Nel contempo però siamo anche consapevoli che se dovesse succedere qualcosa di inaspettato è importante avere un cuscinetto su cui poter contare. Gli imprevisti possono accadere prima di quanto ci si aspetti. Eventi inaspettati come una malattia, un infortunio o la perdita del lavoro possono infatti giungere in qualsiasi momento e portare con sé costi e oneri finanziari.

Ma non bisogna risparmiare solamente per una situazione di necessità. In fin dei conti ci sono altre buone ragioni per non vivere alla giornata ed esistono obiettivi di risparmio molto gratificanti: desiderate mettervi in proprio? Comprare una bella auto? Per una volta nella vita prendervi una lunga pausa? O trasferirvi in una casa di proprietà?

La nostra guida esaustiva vi spiega ciò che dovete sapere per risparmiare denaro con successo. In questo modo vi rimarranno più fondi per ciò che è davvero importante per voi. In questa guida imparerete:

  • come riconoscere le spese inutili
  • come mantenere una panoramica delle vostre finanze
  • come dovreste fissare gli obiettivi
  • come trovare la motivazione per raggiungere davvero questi obiettivi
  • quali strumenti utili avete a disposizione

Va da sé che con il risparmio di denaro non intendiamo semplicemente depositarlo su un conto di risparmio. Il risparmio tradizionale infatti non è efficace nell’attuale situazione dei tassi d’interesse. E poi ci sono molte opzioni per aumentare ulteriormente il proprio denaro risparmiato a lungo termine con interessi ed eventuali dividendi, e potersi anche permettere qualcosa di più. Vi mostreremo anche questo. Cominciamo!

Parte 2: Ecco come potete analizzare le vostre spese e risparmiare denaro ogni giorno

Prima di fissare i vostri obiettivi e buttarvi nell’avventura del risparmio con molte buone intenzioni ma con poca pianificazione, vale la pena analizzare la vostra situazione. Avendo un’idea chiara delle entrate e di quanto spendete per alimenti, casa, tempo libero, assicurazioni ecc. capirete dove potete e dovete intervenire per spendere denaro solamente dove è opportuno.

Dove finiscono i miei soldi? Scovare le voci che incidono sul budget

Vi capita mai di non avere idea di dove finisca il vostro denaro? Non siete soli. Spesso infatti pensiamo di spendere meno di quello che effettivamente sborsiamo e ci meravigliamo quando alla fine del mese non ci rimane quasi più nulla. L’unico modo per fare chiarezza in merito alla propria situazione finanziaria è fare un elenco pragmatico di tutte le entrate e di tutte le uscite. Solo in questo modo riuscirete a capire in modo efficace e chiaro quali sono le voci del budget in cui ogni mese finiscono i vostri soldi. Fate attenzione a non dimenticare le piccole spese: infatti sono spesso gli importi più piccoli spesi per un caffè o per una merenda qua e là e pesare sul vostro budget senza che ve ne accorgiate.

Confronto delle spese fisse e variabili La sezione delle spese fisse contiene simboli per affitto, imposte, elettricità e contributi alla cassa malati. La sezione delle spese variabili contiene simboli per il cibo, l’abbigliamento, le vacanze e le uscite al ristorante.

Spese fisse

Questa categoria include l’affitto, le imposte, contributi alla cassa malati, assicurazioni per la casa e il veicolo, abbonamento del cellulare, costi del riscaldamento e della corrente, ma anche i contributi per la custodia dei figli.

Spese variabili

Questa categoria invece include acquisti una tantum o ricorrenti il cui prezzo però può variare. Ad esempio alimenti, articoli per l’igiene, abbigliamento. Se può aiutarvi, fate una distinzione tra fabbisogno di base (ciò di cui avete realmente bisogno) e ciò che desiderate.

Monitorare in tutta semplicità − restate costantemente aggiornati sulla situazione pagando unicamente in formato digitale

Oggi sempre più persone pagano con la carta o con lo smartphone. Di conseguenza, siamo indotti a spendere più denaro velocemente: vedere il contante sparire fisicamente dal portafoglio quando compriamo una maglietta o quando paghiamo la spesa al supermercato ci rende spesso più consapevoli dell’acquisto rispetto a quando appoggiamo la carta su un apparecchio di lettura o facciamo acquisti esclusivamente online. Allo stesso tempo però le persone che pagano tutto in formato digitale possono monitorare comodamente in seguito tutte le spese online, poiché per questo tipo di pagamento il monitoraggio avviene praticamente in automatico.

Piccoli suggerimenti per ridurre le spese inutili

Decidete per cosa usare il vostro denaro invece di meravigliarvi quando scoprite dove è finito. Vi è forse già successo durante il riassunto delle spese: spesso le spese inconsapevoli e inutili, se sommate tra loro, diventano somme considerevoli che a lungo andare possono pesare sul bilancio, anche se non acquistate prodotti costosi. Leggete il nostro articolo «Le spese inutili che potete tenere sotto controllo con un budget», in cui vi presentiamo una lista delle dieci spese inutili più comuni e alcuni consigli di risparmio mirati.

Per cosa dovrei spendere il mio denaro? Gestite il vostro denaro con un budget

Non è possibile risparmiare seriamente senza budget. Anche se comprensibilmente molti non sono entusiasti di sedersi e creare un budget, è tuttavia indispensabile farlo se volete far fruttare il vostro denaro. E non è nemmeno complicato: nel nostro contributo «Allestire un budget in modo semplice: cinque consigli per la pianificazione del budget» vi spieghiamo come creare un budget e spendere denaro in modo mirato in cinque passi.

Fate un inventario degli abbonamenti ed evitate spese inutili

Netflix, Spotify, Amazon Prime, Disney+, l’abbonamento della palestra, il pacchetto TV e internet tutto compreso e anche qualche abbonamento a giornali: avete tutto? Ma soprattutto: avete davvero bisogno di tutti questi abbonamenti?

Sempre più aziende offrono modelli in abbonamento per i loro clienti, dagli operatori di streaming alle app di meditazione passando per le aziende di telecomunicazione. Fate regolarmente un inventario degli abbonamenti, ad esempio ogni mese od ogni tre mesi. Utilizzate davvero tutti i servizi ai quali siete abbonati o avreste potuto disdirli dopo il periodo di prova gratuito? Potreste eventualmente condividere gli abbonamenti per i servizi di streaming con la famiglia o gli amici? Verificate anche regolarmente se ci sono altri offerenti che offrono servizi paragonabili a prezzi inferiori e se necessario cambiate il vostro operatore per la TV, internet e telefono.

Parte 3: Definite i vostri obiettivi per restare motivati

Per molti è difficile risparmiare senza un obiettivo. Inoltre nella nostra vita quotidiana ci sono tentazioni ovunque che ci inducono a spendere il nostro denaro guadagnato con fatica invece di risparmiare per sogni più grandi o per costituire una riserva per emergenze. Per questo è ancora più importante definire obiettivi chiari e realistici che vi motivino a resistere più spesso alle tentazioni e mettere così da parte regolarmente un po’ di denaro.

La maggior parte dei progetti falliscono perché all’inizio siamo troppo ambiziosi. Non cominciate con una maratona, ma con una breve corsa. Il nostro cervello reagisce positivamente ai successi e accetta poi più velocemente nuove abitudini.

Assicuratevi di porvi obiettivi parziali che potete raggiungere. In questo modo ripagate il vostro animo (si spera senza spendere una fortuna facendo shopping) e restate motivati. Passo dopo passo riuscirete a raggiungere il vostro obiettivo a lungo termine.

Perché gli obiettivi SMART portano al successo

Siate furbi e definite obiettivi SMART. SMART in questo caso è l’acronimo di Specific, Measurable, Achievable, Reasonable e Time-Bound elaborato dallo studioso di management e consulente aziendale Peter Drucker. Significa che dovete avere obiettivi chiari e molto specifici per avere successo: «voglio spendere meno»? Non è sufficiente. «Entro il 1º di agosto voglio aver risparmiato 10'000 franchi»? Esattamente.

Grazie a obiettivi chiari riuscite a restare motivati, soprattutto se fissate spesso piccoli obiettivi. Ogni volta che ne raggiungete uno vivete un’esperienza gratificante e create uno slancio, ad esempio fissando mensilmente un nuovo obiettivo SMART come «a marzo voglio guadagnare 500 franchi extra vendendo vecchi oggetti». Una volta raggiunto un obiettivo siete già proiettati a quello successivo e non perdete di vista il vostro compito, ovvero risparmiare di più.

Parte 4: Strategie e idee: ecco come risparmiare denaro senza accorgersene​

Se è vero che certe persone riescono a rispettare un budget rigido senza problemi, altri necessitano di un margine di manovra per togliersi di tanto in tanto qualche sfizio. Certe persone rinunciano senza problemi alle uscite e alle cene al ristorante, altri preferiscono rinunciare all’abbigliamento, altri ancora risparmiano sull’intrattenimento e il tempo libero. Siamo tutti diversi in termini di desideri, obiettivi e di rapporto con il denaro, ma lo siamo anche in termini di possibilità che vi permettono di risparmiare più facilmente. Quello che funziona per qualcuno potrebbe non essere adatto alla vostra situazione. Provate diverse strategie e idee per trovare la vostra strada per risparmiare denaro ogni mese.

Risparmiare dove ha senso

Risparmiare, ma dove? Una volta riassunte le vostre spese mensili è necessario identificare il vostro potenziale di risparmio in ogni singola categoria. Conviene optare per una cassa malati più conveniente o aumentare la franchigia? Forse vale persino la pena trasferirsi in un’abitazione più economica in modo da poter comprare una casa di proprietà più velocemente? Avete la possibilità di risparmiare sulle imposte? E in che modo potreste risparmiare sugli alimenti e la spesa al supermercato? Date un’occhiata al nostro articolo «Risparmiare dove conviene: le quattro principali leve del risparmio» e scoprite come potete sfruttare le quattro leve di risparmio più importanti abitazione, assicurazioni a cassa malati, alimenti e imposte, per avere più soldi alla fine del mese.

Il modo più semplice per risparmiare sulle imposte provvedendo nel contempo alla previdenza per il vostro futuro è ovviamente il versamento annuale nel vostro pilastro 3a, idealmente suddividendo l’importo massimo annuale su 12 mesi ed effettuando i versamenti mensili automaticamente con un ordine permanente nel vostro terzo pilastro. Con il nostro calcolatore online «Il link si apre in una nuova finestra Risparmio fiscale pilastro 3a» potete calcolare direttamente quanto potete risparmiare sulle imposte.

Risparmiare quotidianamente: fare la spesa in modo intelligente e mangiare sano

Oltre ai contributi assicurativi, all’affitto ecc. la categoria «Vitto» offre molto potenziale di risparmio quotidiano. Se generalmente tendete a spendere molto per take-away, snack, uscite al ristorante e alimenti, ecco qualche consiglio e suggerimento per mangiare bene e sano spendendo poco. La regola generale è che cucinare da sé è più economico che mangiare fuori. Cucinando da soli non solo risparmiate, ma spesso mangiate anche in modo più sano, a patto che, ovviamente, abbiate competenze culinarie di base e che effettuiate acquisti con criterio: acquistate ingredienti invece di alimenti lavorati o piatti pronti e non comprate prodotti di marca. La maggior parte dei supermercati offre i cosiddetti prodotti white label, che spesso sono persino prodotti dalla stessa fabbrica che produce il prodotto di marca. Scoprite di più nel nostro articolo «Mangiare sano e nonostante tutto risparmiare: sei consigli per una buona dispensa».

Dormiteci sopra

Gli acquisti d’impulso possono diventare pericolosi molto rapidamente, soprattutto se si tratta di prodotti costosi per i vostri standard. In particolare con gli acquisti online è molto facile spendere velocemente: bastano un paio di click e avete effettuato l’ordinazione. Fissatevi quindi un limite per i vostri acquisti spontanei e in caso di acquisto non pianificato oltre questo limite dormiteci sopra e prendetevi del tempo per riflettere e capire se avete davvero bisogno di quel prodotto o se desiderate solo sovracompensare un desiderio. Fare shopping con frustrazione può pesare molto sul budget.

«Io, io, io!»: pensate soprattutto a voi stessi

In realtà a fine mese sarebbe dovuto rimanere un determinato importo sul conto, ma nonostante il budget i soldi sono spariti come per magia. Affinché questo non succeda, versate come prima cosa i soldi a voi stessi. Fissate un budget per il vostro importo di risparmio realistico mensile e trasferitelo non appena arriva lo stipendio, ad esempio sul vostro conto di risparmio, sul conto per le emergenze o nel vostro piano di risparmio in fondi, con il quale potete persino far fruttare interessi. Vi spieghiamo cos’è di preciso un piano di risparmio in fondi nel video «Che cos’è esattamente un piano di risparmio in fondi».

Strutturare il vostro budget con il metodo 50-30-20

Quanto denaro dovrei risparmiare ogni mese? A quanto devono ammontare le mie spese fisse? Qual è il budget perfetto per la mia economia domestica? Se allestisco un budget non posso davvero più spendere nulla per il mio tempo libero e per divertirmi? Ovviamente no. Qui entra in gioco la regola del 50-30-20: suddividete il vostro reddito mensile in modo da coprire i costi e risparmiare potendo però ancora divertirvi.

Rappresentazione grafica della regola del 50-30-20 come diagramma a torta: 50% del cerchio è dedicato al vostro fabbisogno di base, 30% alle vostre esigenze personali e 20% al risparmio.

Il 50% del vostro reddito dovrebbe essere riservato al vostro fabbisogno di base, che comprende le assicurazioni e i contributi alla cassa malati, l’affitto, l’auto, la corrente, gli alimenti, il cellulare ecc. Il 30% al vostro piacere, quindi per il tempo libero, gli hobby, l’abbigliamento, le vacanze ecc. Il restante 20% del vostro reddito dovrebbe essere investito, depositato su conti di risparmio o usato per estinguere debiti. Anche in questo caso è però importante suddividere il reddito in modo realistico. Forse avete la possibilità di risparmiare ancora di più riducendo le altre spese nel vostro budget. Oppure non riuscite proprio a risparmiare il 20% del vostro reddito, quindi riducete l’importo al 10%. È però importante che proviate a mettere da parte un determinato importo ogni mese in modo da risparmiare in modo pianificato e mirato.

Addio Instagram

Ogni giorno siamo bombardati da una marea di annunci che ci inducono a comprare prodotti che altrimenti non avremmo probabilmente mai preso in considerazione. È molto difficile non farsi influenzare poiché spesso la pubblicità ci suggestiona senza che ce ne rendiamo conto.

È impossibile scampare del tutto alla pubblicità. In fin dei conti non si tratta solamente di ignorare i tabelloni pubblicitari o gli annunci nel giornale o in TV, ma anche tutta la pubblicità con cui ci bombardano internet e i social media. È possibile però sottrarsi a parte dell’influenza della pubblicità disiscrivendovi da tutte le newsletter degli shop online: spesso ci abboniamo solamente per ricevere un buono per il primo acquisto, non è vero? Chi vuole spingersi oltre può persino cancellare Facebook, Instagram ecc. per ridurre le interazioni con gli annunci e gli influencer e di conseguenza il desiderio di acquistare nuovi prodotti.

Risparmiare senza rinunciare: ecco come potete risparmiare senza rinunciare a vacanze e beni di lusso

Risparmiare non è per forza sinonimo di rinunciare. Se risparmiate con un obiettivo chiaro dovrete forse rinunciare a qualche frivolezza nel presente per potervi però permettere in futuro qualcosa di più grande e spesso più gratificante, al quale avreste dovuto rinunciare se non aveste risparmiato. Soprattutto in tempi di COVID-19, nei quali siamo costretti a rinunciare a molte cose, è importante rinunciare con consapevolezza. Così facendo ci godremo di più il momento in cui potremo tornare a scoprire il mondo e a viaggiare. A proposito: anche viaggiare può essere economico, come spieghiamo nell’articolo «Come prenotare le vacanze a un prezzo conveniente». Obiettivi ambiziosi come una casa di proprietà o un viaggio intorno al mondo non precludono necessariamente nemmeno l’acquisto di beni di lusso: a seconda della situazione finanziaria e del margine di manovra all’interno del budget potete mettere da parte ogni mese piccoli importi supplementari, ad esempio per soddisfare un desiderio che avete da molto tempo per il vostro compleanno: ancora meglio se ovviamente di seconda mano. I prodotti di alta qualità infatti sono fatti per accompagnarvi ed essere indossati a lungo, quindi anche se li comprate di seconda mano possono durare una vita, che sia una borsa firmata, un orologio costoso o persino un’auto.

Far fruttare al meglio il terzo pilastro per accelerare l’avvio di un’attività indipendente, l’acquisto di un’abitazione di proprietà o il trasferimento all’estero

Potete ritirare in anticipo il denaro che versate annualmente nel pilastro 3a, ad esempio per comprare una casa o un appartamento di proprietà, per avviare un’attività indipendente o in caso di trasferimento all’estero. Fin qui tutto bene. Pianificate con attenzione questi obiettivi a lungo termine e traete il massimo vantaggio dai vostri averi previdenziali non depositandoli semplicemente nel pilastro 3a ma anche investendoli in un fondo di previdenza. In questo modo maturate interessi supplementari che sono importanti al momento del prelievo. Leggete il nostro contributo «Come far fruttare al meglio la vostra previdenza» per capire perché può valere la pena investire in un fondo di previdenza invece di depositare il denaro in un conto pilastro 3a.

Parte 5: È tutta una questione di mentalità: come potete cambiare il vostro comportamento a lungo termine

«Non sono un risparmiatore», «Risparmiare è così difficile», «Ci ho provato, ma...»: vi suona familiare? Allora pensate al risparmio come a un modo di conoscere meglio voi stessi e analizzare e capire in generale il vostro comportamento. Può essere utile non solamente per risparmiare, ma anche per altre situazioni nella vita. Il viaggio verso il vostro obiettivo di risparmio può quindi anche essere visto come un viaggio alla scoperta di voi stessi, senza nemmeno salire su un aereo.

Riflettete sul vostro comportamento ed evitate le trappole della spesa

Ci siamo passati tutti: per qualche mese contiamo ogni centesimo due volte, pianifichiamo i menu scrupolosamente in anticipo, cuciniamo piatti freschi e convenienti, ci imponiamo di non toglierci piccoli e grandi sfizi e poi entriamo nella fase in cui ricadiamo nei vecchi schemi, non rispettiamo il nostro budget e adottiamo persino uno stile di vita ancora più costoso. Sfruttate queste fasi per analizzare il vostro comportamento: perché avete perso la vostra disciplina? È dovuto a situazioni, persone o cambiamenti nella vostra vita? Rifletteteci e annotate quando e perché avete preso decisioni finanziarie sbagliate per conoscere i vostri punti deboli. Meglio conoscete il vostro comportamento e le vostre decisioni, più sarà facile essere disciplinati ed evitare questo comportamento in futuro.

Spendete il vostro denaro dove trascorrete il vostro tempo

Siete appassionati di jogging? Non potete rinunciare alla consueta uscita mensile tra ragazze? Nulla per voi è più importante della vostra moto? Allora includete nel budget denaro per buone scarpe da jogging, l’uscita mensile o le riparazioni della moto e toglietene in altre categorie che ritenete meno importanti.

Chi elimina in modo radicale tutte le spese apparentemente inutili e non si concede più niente nella vita è destinato a cadere nei vecchi schemi vanificando le buone intenzioni e tutti gli sforzi per raggiungere gli obiettivi, un errore che si finisce per pagare caro. L’importante è essere in chiaro su ciò che vi rende felici e mettere da parte denaro di conseguenza invece di comprare cose per abitudine che non contribuiscono alla vostra felicità a lungo termine. Se siete alla ricerca di altri consigli per essere più disciplinati, leggete il nostro articolo «Più disciplina nella gestione delle finanze». 

Il tempo è denaro, e il denaro è tempo

Cos’è davvero il denaro? Soprattutto nell’era digitale, dove spesso entriamo in contatto col denaro solamente sotto forma di concatenazione di numeri su un display, è facile percepire i soldi come qualcosa di astratto. Vanno e vengono, mese dopo mese, ma non sappiamo esattamente dove. Altri invece hanno un’immagine concreta del denaro. Sanno dargli valore, spendono consapevolmente, conoscono perfettamente le proprie possibilità economiche e i motivi per risparmiare e spendere. Ecco un suggerimento che potrebbe aiutarvi ad essere come loro e ad avere un atteggiamento più consapevole nei confronti delle vostre finanze: calcolate il vostro salario orario e prima di soddisfare uno sfizio riflettete su quante ore dovreste lavorare per pagarlo. Oppure chiedetevi: se qualcuno mi desse un importo in contanti pari al prezzo dell’oggetto che desidero comprare a patto che però non lo compri, come mi comporterei? Prenderei i soldi o il prodotto?

Dite addio al vostro «future self»

«Questi fantastici jeans sono di una taglia troppo piccoli, ma mi sono comunque ripromesso di perdere peso». «Non mi sono ancora fatto uno smoothie, ma quest’estate ne berrò sicuramente uno al giorno». «Con queste nuove scarpe col tacco sembrerò una top model, anche se solitamente indosso solo scarpe da ginnastica». Vi ritrovate in queste persone? Molte cose che acquistiamo non sono per noi, ma per il nostro «Io del futuro» ideale, ovvero una persona che esiste solo nella nostra immaginazione e che è più furba, più allenata, più bella, più in salute e più amata di quanto siamo noi ora. Non cadete in queste trappole e prima di un acquisto chiedetevi se il prodotto che desiderate è davvero adatto alla vostra vita attuale e alla vostra quotidianità o se lo state comprando per una persona che non siete. Se non usate una cosa, significa che non ne avete bisogno.

Acquistare con consapevolezza aiuta il budget e l’ambiente

Che cosa è importante per me? Sicurezza? Successo? Aiutare gli altri? Libertà? Riflettete su quali sono i valori importanti nella vostra vita e chiedetevi se spendete il vostro denaro per oggetti ed esperienze che sono davvero in sintonia con i vostri valori personali.

Apprezzate ciò che avete? O acquistate spontaneamente cose che non vi servono e che non contribuiscono nemmeno alla vostra felicità a lungo termine ma vi danno una breve scarica di adrenalina per poi venir velocemente smaltite?

Spendendo il vostro denaro in modo coerente con i vostri valori per comprare ciò che è importante per voi non farete un favore solo al vostro budget, ma anche al pianeta.

Parte 6: Trovate gli strumenti più adatti per risparmiare denaro

Non temete, i tempi dei conti campati in aria e dei registri delle spese scritti a mano sono finiti. Fortunatamente ora esistono numerosi strumenti di aiuto digitali che vi semplificano il risparmio e vi costringono in parte, se necessario, a rispettare i vostri limiti e il vostro budget.

Limitate le vostre spese in automatico

Se è vero che creare un budget è semplice, non lo è altrettanto rispettarlo. Per fortuna esiste la possibilità di impostare limiti di prelievo con i quali potete decidere da soli la quantità di denaro che potete spendere o la quantità di beni che potete comprare ogni giorno. Scoprite come nel nostro articolo «Impostare autonomamente i limiti di prelievo».

Finanze sempre sotto controllo con le notifiche push

... e improvvisamente il conto è a zero: che spavento! Per evitare queste situazioni potete impostare notifiche push automatiche per essere costantemente informati di movimenti o del superamento dei limiti. Scoprite come nell’articolo «Sempre informati sulle vostre finanze».

Risparmiate in automatico con un ordine permanente e un piano di risparmio in fondi

Risparmiare è ovviamente più semplice se tutto avviene in automatico. Per questo motivo gli ordini permanenti sono perfetti per questo scopo: potete usarli per trasferire una determinata somma su un altro conto ogni mese in un determinato momento. Così facendo potete automatizzare i versamenti sul vostro conto di risparmio. Consiglio: l’ideale sarebbe trasferire automaticamente l’importo di risparmio su un altro conto lo stesso giorno in cui ricevete il salario. Come si dice, «lontano dagli occhi, lontano dal cuore»: in questo modo non vedrete il vostro importo di risparmio sul vostro conto privato e quindi non avrete la tentazione di spenderlo. Nel nostro articolo «Ordine permanente: per pagamenti regolari» vi spieghiamo come impostare un ordine permanente. Lo stesso vale ovviamente anche per il vostro piano di risparmio in fondi: automatizzando il versamento, ogni mese verrà investito un determinato importo direttamente in un fondo. Potete emettere un ordine in tutta semplicità nei «Fondi self-service». 

Risparmiate per far fruttare al meglio il vostro denaro

Come avrete capito, risparmiare è importante e non è così difficile. Tuttavia in questo contesto in cui i tassi d’interesse sono bassi o addirittura negativi, non vale molto la pena depositare semplicemente tutto il denaro su un conto di risparmio, perché in questo modo il denaro non lavorerà per voi. Al momento il conto di risparmio è adatto a obiettivi di risparmio a breve termine ed eventualmente come parte del vostro fondo di emergenza. Se disponete già di una riserva per le emergenze e volete risparmiare a lungo termine, vi conviene investire il denaro risparmiato, ad esempio effettuando, come anticipato, versamenti mensili in un piano di risparmio in fondi o investendo in fondi tradizionali, in azioni od obbligazioni. In questo modo avete la possibilità di beneficiare di rendimenti, interessi e dividendi e far fruttare al meglio il vostro denaro a lungo termine per riuscire magari a soddisfare un desiderio addirittura prima del previsto.

Nel contributo «Perché investire denaro? Ve lo spieghiamo noi!» vi spieghiamo perché può valere la pena investire.

La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Grazie per la valutazione
Valutare l’articolo

Altri argomenti che potrebbero interessarvi