La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Valutazione (%t)
Tempo di lettura 2 Minuti Tempo di lettura 2 Minuti
Creato il 13.08.2018

Come funziona esattamente la borsa?

Le borse svolgono una funzione importante per il mercato finanziario e per l’economia. Anche per voi, investitrici e investitori, le borse sono importanti punti di riferimento come piazze commerciali. Vi spieghiamo come funzionano.

Una borsa funziona sostanzialmente come un mercato: venditori e acquirenti si incontrano e negoziano merci o titoli. Per gli investitori è particolarmente importante la borsa valori, dove si negoziano i titoli e le aziende si procurano capitale. Una prima importante distinzione è quella tra il mercato primario e il mercato secondario.

Mercato primario: dove le aziende raccolgono denaro

Sul mercato primario le aziende raccolgono denaro emettendo azioni od obbligazioni che vengono acquistate dagli investitori. Le azioni, in particolare, sono il mezzo con cui le aziende ottengono dal mercato del capitale proprio, in genere con un ingresso in borsa o con un aumento di capitale. Quando le aziende emettono obbligazioni si procurano capitale di terzi.

Un’immagine stilizzata mostra la borsa con due simboli su sfondo verde. La borsa reca la dicitura «Borsa». In questa borsa si negoziano titoli in cambio di denaro. Questo è rappresentato da due simboli corrispondenti e da frecce che simboleggiano uno scambio.  Un’azienda, raffigurata dal simbolo di una fabbrica e dal testo «Azienda», fornisce titoli alla borsa. Ciò è rappresentato da una freccia in direzione della borsa, accompagnata dal testo «Emette titoli».  Gli investitori vogliono investire denaro in borsa. Sono rappresentati dal simbolo di persone, dal testo «Investitore» e da una freccia che va verso la borsa ed è accompagnata dal testo «vuole investire denaro».

Mercato secondario: dove gli investitori negoziano i titoli

Le azioni e le obbligazioni vengono poi negoziate sul mercato secondario. Questi titoli hanno un prezzo, detto quotazione, che varia in base al principio della domanda e dell’offerta. La domanda è legata all’aspettativa di utili futuri, di conseguenza la quotazione, ovvero il valore del titolo, cambia continuamente. Se, ad esempio, molti operatori vogliono comprare un’azione, la sua quotazione aumenta. Viceversa, la quotazione scende quando molti vogliono vendere un titolo. In questo caso è la domanda a influire sul prezzo, poiché la quantità dell’offerta resta immutata.

Un’immagine stilizzata mostra la relazione che intercorre tra gli investitori e la borsa. Il simbolo di persone accompagnato dal testo «Investitore» mostra gli investitori intenzionati a vendere titoli in borsa. Ciò è rappresentato da una freccia in direzione della borsa, accompagnata dal testo «vuole vendere titoli». Altri investitori sono invece interessati ad acquistare titoli in borsa. Sono rappresentati dal simbolo di persone e da una freccia rivolta verso di loro, accompagnata dal testo «vuole acquistare titoli».

Le piattaforme elettroniche stanno soppiantando il trading tradizionale

In borsa possono operare soggetti privati, istituti bancari, gestori di fondi ma anche stati, aziende o assicurazioni. Realmente presenti in loco, in borsa si trovano di norma solo gli operatori di banche e istituti di credito, che operano su incarico della propria banca o del proprio cliente.

Inoltre oggi molte operazioni non si svolgono più fisicamente «sul parquet», ma vengono gestite online. Esistono infatti apposite piattaforme di trading elettroniche come quella offerta da SIX Swiss Exchange, la principale borsa svizzera. In Svizzera le borse sono soggette al controllo dell’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) che si occupa di verificare che siano rispettate le norme di legge.

La borsa: molto più di un intermediario

Per dirlo in poche parole, una borsa svolge il ruolo di intermediario tra offerta e domanda per consentire uno scambio commerciale il più possibile efficiente e conveniente. Inoltre assicura trasparenza a livello di prezzi. La borsa definisce anche il relativo regolamento, controlla le quotazioni e regola la licenza degli operatori. Un ulteriore compito della borsa è l’elaborazione delle informazioni accessibili al pubblico. In aggiunta gli investitori ricevono dagli emettitori dei titoli informazioni rilevanti per i propri investimenti, in base agli obblighi di informazione regolati dalla borsa. La borsa ha inoltre una funzione di barometro dell’economia, in quanto le quotazioni dei titoli di solito dipendono da fattori economici. La borsa quindi non funge solo da intermediario, ma è anche una parte fondamentale del mercato finanziario.

Le più importanti piazze borsistiche del mondo

La borsa più grande e importante della Svizzera è la SIX Swiss Exchange, nata nel 1995 dalla fusione delle tre borse di Ginevra, Basilea e Zurigo. Una borsa più piccola, specializzata nelle PMI, è la Berne eXchange.

Le borse più grandi del mondo in base al volume di titoli negoziati sono:

  • New York Stock Exchange (USA)
  • BATS Global Markets (USA)
  • Nasdaq (USA)
  • Shanghai Stock Exchange (Cina)
  • Shenzhen Stock Exchange (Cina)
  • Japan Exchange Group (Giappone)
  • Hong Kong Exchanges and Clearing (Cina)
  • Korea Stock Exchange (Corea del Sud)
  • BATS Chi-x Europe (Regno Unito)
  • London Stock Exchange (Regno Unito)
Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Valutazione (%t)

Altri argomenti che potrebbero interessarvi