La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Valutazione (%t)
Tempo di lettura 3 Minuti Tempo di lettura 3 Minuti
Creato il 14.08.2019

Split, reverse split, spin-off: ecco come le decisioni di capitale influiscono sul vostro deposito

Le operazioni sul capitale sono misure che una società intraprende per modificare la struttura del capitale. Tra queste figurano ad esempio l’aumento di capitale, lo split o la permuta. La cosiddetta «corporate action» è particolarmente rilevante per gli azionisti: chi si orienta sapientemente tra le decisioni di capitale fondamentali, sa anche come queste influenzano i propri investimenti e può agire di conseguenza.

Prendendo decisioni sul proprio capitale, le società anonime influiscono in modo decisivo su ciò che accade in borsa. Nel contributo «Corporate action: aumento e riduzione di capitale» troverete informazioni su due delle tante misure relative al capitale che possono essere attuate dalle società anonime. Di seguito presentiamo ulteriori corporate action e i relativi effetti sugli investitori:

Split: ecco come funziona

Nel caso dello split aumenta il numero di azioni e diminuisce il valore nominale di ciascuna azione. Il capitale azionario della società rimane pertanto invariato, aumenta solo il numero delle azioni in circolazione. Per gli azionisti ciò significa, ad esempio: chi possiede 100 azioni del valore nominale di CHF 100.– ciascuna, al verificarsi di un frazionamento 1:2, rimarrà in possesso di 200 azioni del valore nominale di CHF 50.– ciascuna.

Le società possono optare per uno split quando le azioni diventano troppo «pesanti», vale a dire che il loro valore è troppo alto. Un esempio è quando il valore di un’azione passa da CHF 100.– a CHF 10’000.–. Certo, i prezzi elevati possono donare un tocco di esclusività, ma ciò danneggia la liquidità di un’impresa perché i prezzi elevati rendono le sue azioni meno attraenti, ad esempio ai piccoli investitori.

Split: impatto sugli azionisti

Quando si effettua uno split non è richiesta alcuna operazione da parte degli azionisti: le nuove azioni vengono ripartite direttamente e automaticamente nei loro depositi. Di conseguenza, un semplice split non ha alcun effetto sulle imposte, purché le azioni siano sempre dello stesso tipo. Le quotazioni storiche delle azioni vengono automaticamente adeguate per evitare che la chart mostri un «falso» calo del titolo, che potrebbe indurre in errore gli investitori. 

Reverse split: ecco come funziona

Come suggerisce il nome, il reverse split è la controparte dello split. Un reverse split riduce il numero di azioni e aumenta il valore nominale per azione. Il capitale azionario della società rimane pertanto invariato, diminuisce solo il numero delle azioni in circolazione. Per gli investitori ciò significa, ad esempio: chi possiede 100 azioni del valore nominale di CHF 100.– ciascuna, al verificarsi di un raggruppamento 2:1, rimarrà in possesso di 50 azioni del valore nominale di CHF 200.– ciascuna.

Un reverse split viene effettuato quando un’azione è troppo «leggera», ovvero la sua quotazione è particolarmente bassa. Così come può essere poco interessante per le aziende avere azioni «pesanti» in circolazione, anche le azioni «leggere» presentano degli svantaggi. Grazie a un reverse split una società può far apparire più care le proprie azioni. Se un’azione scende al di sotto del suo valore nominale, ai sensi del diritto societario è prevista l’emissione di nuove azioni al fine di migliorare la dotazione di capitale. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, i reverse split sono effettuati in relazione a riduzioni di capitale nell’ambito di risanamenti aziendali. L’attuazione di reverse split richiede il benestare dell’assemblea generale degli azionisti. 

Reverse split: impatto sugli azionisti

Anche nel caso dei reverse split non è richiesta alcuna operazione da parte degli azionisti. Le vostre voci in deposito saranno automaticamente adeguate. Se necessario, le vostre nuove azioni riceveranno un nuovo Codice internazionale di identificazione dei titoli (ISIN); in seguito, le nuove azioni consolidate verranno registrate con il nuovo ISIN e le azioni esistenti verranno cancellate. Il valore di borsa delle azioni in deposito rimane invariato. Così come per lo split, tutti gli opportuni adeguamenti avvengono automaticamente. 

Spin-off: ecco come funziona

Con uno spin-off viene creata una nuova azienda: un’unità aziendale viene scorporata da una società esistente o una società affiliata viene rimossa da una holding. Così si viene a creare una società indipendente, che può essere quotata in borsa. Per scorporare uno spin-off da una holding occorre seguire i seguenti passi:

  • Gli analisti comunicano il valore di mercato della società affiliata
  • Il valore comunicato corrisponde al valore della società di nuova creazione
  • Il valore della casa madre si riduce di tale importo

Se una holding ha un valore di mercato di 1 miliardo di franchi e l’affiliata un valore di 100 milioni di franchi, la casa madre varrà 900 milioni di franchi dopo la scissione e la società di nuova costituzione 100 milioni di franchi.

Lo stesso vale per la scissione di un’unità aziendale in una società indipendente. Per poter esistere come società indipendente, l’unità in questione deve essere preventivamente ristrutturata. Tuttavia, il valore effettivo di entrambe le società non viene determinato fino a quando le loro azioni non vengono negoziate in borsa.

Ci sono quattro ragioni principali per uno spin-off:

  • Strategie incompatibili: l’unità aziendale o la società affiliata non è più compatibile con la strategia o non è redditizia.
  • Fabbisogno di capitale: l’unità aziendale o la società affiliata hanno bisogno di capitale fresco. Un ingresso in borsa indipendente può soddisfare questa esigenza.
  • Fusione: l’unità aziendale o la società affiliata si fonderà con un’altra società.
  • Shareholder value: l’unità o l’affiliata dovrebbe rimanere all’interno dell’azienda, ma le sue azioni andrebbero negoziate in borsa in modo indipendente per generare maggiore Shareholder value (valore per gli azionisti).

Spin-off: impatto sugli azionisti

In cambio della cessione di una quota delle azioni da parte degli azionisti, uno spin-off dà loro il diritto di acquistare le azioni della nuova società o addirittura di ottenerle gratuitamente. Gli investitori che non si avvalgono di questo diritto possono venderlo in borsa. In questo caso si parla di commercio dei diritti di sottoscrizione. È importante che dallo spin-off non derivi alcuno svantaggio finanziario o giuridico per l’azionista, a prescindere da se le nuove azioni vengano emesse gratuitamente o i diritti di sottoscrizione vengano venduti. 

Una buona conoscenza è sinonimo di profitto

Chiunque operi in borsa dovrebbe sapere esattamente quali operazioni sul capitale influiscono sulla struttura del capitale di una società e quali effetti possono avere sul deposito dell’investitore. Gli split, i reverse split e gli spin-off potrebbero sembrare teorie astratte, ma possono avere un impatto quanto mai rapido sui singoli investitori. Per chi possiede nel proprio portafoglio azioni di una società che annuncia uno split, un reverse split o uno spin-off, è una buona idea esaminare nei dettagli l’operazione e decidere se si desidera mantenere l’investimento nella stessa misura o, ad esempio nel caso di uno spin-off, ricorrere ai diritti di sottoscrizione. Anche se queste misure di capitale non hanno un impatto diretto e immediato sul valore del proprio portafoglio, esse si basano su considerazioni economiche e finanziarie che possono essere rilevanti per il futuro della società. Nel caso di un’operazione sul capitale, i clienti di PostFinance possono accedere online sul portale azionario (e-trading) a tutte le informazioni relative al tipo di transazione.

Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Valutazione (%t)

Altri argomenti che potrebbero interessarvi