È il momento giusto per un’accurata analisi WCM

Ecco tre motivi per cui dovreste ottimizzare ora il vostro capitale circolante

Il dr. Daniel Maucher ed Erik Herlyn, esperti in WCM di PostFinance, spiegano perché questo è il momento giusto per adottare nella propria azienda misure per un Working Capital Management efficiente.

  • Con la sempre più probabile svolta dei tassi d’interesse ci attende un cambiamento di direzione che inciderà notevolmente sul capitale circolante della vostra azienda. Se negli ultimi anni alcune aziende si sono concentrate prevalentemente a svincolare meno liquidità possibile per evitare i tassi d’interesse negativi, d’ora in poi occorre preparare l’azienda a una riduzione del capitale circolante. Perché ci vogliono almeno da sei a dodici mesi prima che i progetti di Working Capital Management dimostrino efficacia. Su postfinance.ch/wcm è disponibile una panoramica delle possibili soluzioni.

  • Dalla e-fattura agli smart contract basati sulla tecnologia blockchain, dai sistemi di tracciamento alla pianificazione del fabbisogno con Big Data Analytics, dall’e-payment all’e-procurement e dalla gestione della liquidità supportata da software fino al cash-pooling. Nei tre settori rilevanti per il WCM, ovvero debitori, giacenze, creditori e liquidità, le possibilità offerte dalla digitalizzazione diventano sempre maggiori e con esse le opportunità di ridurre le attività manuali e di conseguire miglioramenti dell’efficienza significativi. Come emerge dallo studio sul Working Capital Management condotto nel 2017 dal Supply Chain Finance-Lab della Posta presso l’Università di San Gallo, le aziende svizzere nutrono grandi aspettative nella digitalizzazione del WCM. Esse si auspicano, infatti, un’automazione dei processi. Al contempo, il grado di implementazione degli approcci digitali su larga scala resta ridotto. Mentre il 20% di aziende top investe l’1,8% del proprio fatturato in progetti di digitalizzazione WCM, il restante 80% investe appena lo 0,1%. Colmate questo gap e rendete il WCM della vostra azienda a prova di futuro con soluzioni digitali. Può essere opportuno iniziare con piccoli interventi basati sulla vostra strategia WCM.

  • In Europa gli strumenti della Supply Chain Finance sono sempre più diffusi. Partendo dai flussi di pagamento lungo l’intera catena di fornitura, hanno come obiettivo l’ottimizzazione dei termini di pagamento e la gestione mirata della liquidità. Tra gli strumenti figurano ad esempio il finanziamento dei debitori (factoring), il finanziamento delle fatture dei fornitori (reverse factoring) e il dynamic discounting (sconto flessibile). Analizzando più in dettaglio il factoring, emerge ad esempio che il factoring in Europa è sempre più diffuso mentre in Svizzera continua a occupare una posizione di secondo piano.

    Mercato del factoring: Svizzera ed Europa a confronto

    Grafico sul mercato del factoring europeo e svizzero

    Lo si evince chiaramente anche dal raffronto con la Germania: rispetto al prodotto interno lordo, nel 2015 in Svizzera il ricorso al factoring è stato 50 volte inferiore rispetto al paese limitrofo.

    Non restate indietro e utilizzate anche voi gli strumenti del CSF come il factoring, il reverse factoring o il dynamic discounting. Per scoprire come funziona, consultate la pagina postfinance.ch/wcm.

Nella vostra azienda i tempi sono maturi per il Working Capital Management?

PostFinance supporta la vostra azienda con un team WCM competente nell’analisi e nell’attuazione di misure WCM. I vostri interlocutori diretti sono il dr.& Daniel Maucher ed Erik Herlyn. Questi due specialisti WCM di comprovata esperienza dispongono di approfondite conoscenze tecniche e di un’esperienza pratica pluriennale nel settore del WCM.

Dr. Daniel Maucher

Responsabile di progetto Working Capital Management

Il dr. Daniel Maucher è responsabile del progetto Working Capital Management presso PostFinance dal 2013,

oltre a condividere le proprie conoscenze sul WCM anche come docente presso due scuole universitarie professionali. Inoltre è membro attivo del gruppo di lavoro WCM dell’Associazione Internazionale dei Controller.

Prima di approdare a PostFinance, Daniel Maucher ha lavorato come collaboratore scientifico presso la cattedra di Gestione logistica dell’Università di San& Gallo e come ingegnere di progetto presso il BMW Group.

Daniel Maucher ha ottenuto il dottorato di ricerca in Scienze economiche presso l’Università di San& Gallo e ha studiato ingegneria gestionale presso l’istituto di tecnologia di Karlsruhe (KIT) e presso la scuola universitaria di Monaco di Baviera.

Erik Herlyn

Working Capital Management

Dal 2012 Erik Herlyn analizza presso PostFinance i potenziali di ottimizzazione del capitale circolante di medie e grandi imprese. Sulla base di queste analisi e studi ha sviluppato e integrato soluzioni specifiche nei settori finanziario e logistico che oggi fanno parte dell’offerta WCM di PostFinance e della Posta.

Erik Herlyn trasmette il suo know how sul WCM anche all’Università di San& Gallo in veste di docente ospite e in diverse scuole universitarie professionali o nell’ambito di mandati dei CdA.

Ingegnere diplomato in tecnologia produttiva, in passato è stato CFO di aziende private e quotate nella borsa statunitense del settore dell’esplorazione petrolifera. Dopo gli studi ha diretto in qualità di consulente il comparto assicurativo di KPMG Svizzera.

Altri argomenti che potrebbero interessarvi