La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Valutazione (%t)
Tempo di lettura 4 Minuti Tempo di lettura 4 Minuti
Creato il 26.06.2019

Volete fondare un’associazione? Ecco i principali passi da compiere

A cosa bisogna prestare attenzione quando si fonda un’associazione? Quante persone servono? E cosa bisogna disciplinare nello statuto? Roman Baumann Lorant, avvocato specializzato nel diritto svizzero delle associazioni e delle fondazioni, conosce le basi giuridiche e fornisce indicazioni preziose per la fondazione di un’associazione. Ecco le principali cose da fare – lista di controllo inclusa.

Nello sport, nella cultura, nella politica, nella scienza e nella beneficenza: in Svizzera si stima che esistano tra le 80’000 e le 100’000 associazioni. Chi decide di fondare un’associazione, di fatto ha un ampio margine di manovra. La legge, infatti, la rende un’operazione relativamente semplice. Stando al diritto svizzero in materia, per fondare un’associazione basta uno statuto scritto da presentare ai membri fondatori durante un’assemblea costituente. Non appena viene accettato, l’associazione inizia a esistere. Ciononostante occorre osservare alcuni aspetti per assicurarsi il massimo successo sia durante la fondazione sia nella successiva vita associativa.

  • Accertatevi che l’associazione sia la forma giuridica adatta al vostro progetto

    L’associazione è la forma giuridica indicata per un consesso di persone che vuole perseguire insieme uno scopo ideale, cioè non economico. Se, tuttavia, nutrite principalmente l’ambizione imprenditoriale di conseguire un profitto o di accantonare delle risorse finanziarie per un determinato scopo, la forma giuridica dell’associazione non è ammessa, a norma di legge, per il vostro progetto. In questi casi una Sagl, una SA o una fondazione sono la scelta giusta. Come associazione potete comunque gestire un’attività di tipo commerciale, ad es. un locale per il vostro club di calcio, purché si tratti di un’attività secondaria e serva ad adempiere allo scopo dell’associazione. In questi casi l’associazione deve di norma iscriversi nel registro di commercio (cfr. To do 6).

  • Trovate per il vostro progetto associativo compagni di viaggio pronti a impegnarsi

    Sebbene, secondo la dottrina giuridica predominante, per costituire un’associazione siano sufficienti due persone, per tenerla in vita i fondatori hanno bisogno di membri pronti a impegnarsi. Dopo tutto, volete coltivare interessi comuni per un lungo periodo di tempo o lavorare insieme a una buona causa. A seconda delle dimensioni dell’associazione, può essere che servano persone disposte ad assumere una carica o, ad esempio, a partecipare a una campagna di raccolta fondi. Coinvolgete le persone idonee già nella fase preliminare alla fondazione della vostra associazione durante la quale viene redatto anche lo statuto.

  • Definite con esattezza lo scopo della vostra associazione

    Come nella fondazione di un’azienda, anche per un’associazione è fondamentale identificarne lo scopo. Lo scopo descrive l’idea dell’associazione e il suo settore di attività ed è il motivo per cui è stata fondata. Esempi per la formulazione dello scopo si possono trovare nei siti di associazioni già esistenti come ad es. dell’Il link si apre in una nuova finestra associazione Kinderkrippe Auzelg, dell’Il link si apre in una nuova finestra associazione musicale Cham o Il link si apre in una nuova finestra Archeologia Svizzera (associazioni scelte arbitrariamente).

  • Date alla vostra associazione un nome ben formulato

    Per quanto concerne il nome, avete carta bianca. Non è obbligatoria nemmeno l’indicazione della forma giuridica. Assicuratevi, tuttavia, che il nome dell’associazione non sia ingannevole e si distingua chiaramente dai nomi di associazioni esistenti. A tal fine può essere utile una ricerca in internet o nel registro di commercio (Il link si apre in una nuova finestra www.zefix.ch), nel quale tuttavia sono riportate soltanto le associazioni con obbligo di iscrizione o che si sono registrate volontariamente.

  • Allestite lo statuto con la dovuta cura

    Si tratta del corpo di regole alle quali i membri e il comitato direttivo devono attenersi. Per questo motivo è importante che siano formulate con accuratezza e tenendo conto delle specifiche esigenze dell’associazione. Questa operazione è un compito centrale nella fase di fondazione. Solo se un’associazione dispone di uno statuto scritto, è legalmente valida. Ma cosa deve essere disciplinato per legge in uno statuto in modo obbligatorio o facoltativo?

    Contenuto minimo fissato per legge per lo statuto di un’associazione

    • Volontà: lo statuto deve esprimere la volontà di esistere come associazione
    • Scopo: lo statuto deve descrivere lo scopo dell’associazione
    • Nome e sede dell’associazione: lo statuto deve indicare il nome e la sede dell’associazione
    • Organizzazione: lo statuto deve riportare gli organi dell’associazione
    • Mezzi: lo statuto deve contenere le informazioni essenziali sul finanziamento dell’adempimento dello scopo

    Altri elementi disciplinati nello statuto

    • Modalità di finanziamento: definizione delle modalità di finanziamento per l’adempimento dello scopo dell’associazione (ad es. attraverso quote associative, donazioni, gestione di un bar in occasione di eventi ecc.)
    • Organizzazione dell’associazione: per legge sono previsti l’assemblea sociale come organo superiore, la direzione come organo esecutivo e, se l’associazione deve essere iscritta nel registro di commercio, un ufficio di revisione. Per il resto sussiste libertà di organizzazione. È utile indicare i compiti e le competenze di ciascun organo e il rispettivo funzionamento (convocazione, processo decisionale ecc.).
    • Responsabilità per le obbligazioni: in linea di principio l’associazione risponde delle obbligazioni esclusivamente con il patrimonio sociale
    • Ammissione come soci: definizione di quali membri sono ammessi nell’associazione, chi ne è responsabile, come sono strutturate e riscosse le quote associative, come devono essere regolate le dimissioni
  • Accertatevi se è necessaria l’iscrizione della vostra associazione nel registro di commercio

    L’iscrizione nel registro di commercio è obbligatoria in uno dei seguenti casi:

    un’associazione gestisce un’attività commerciale per l’adempimento del suo scopo (vedi To do 1) o un’associazione è soggetta all’obbligo di revisione. Tale condizione si verifica se un’associazione supera due dei seguenti volumi per due anni d’esercizio consecutivi:

    • Totale di bilancio di CHF 10 mln
    • Ricavi di CHF 20 mln
    • 50 posti a tempo pieno nella media annua

    Buono a sapersi

    L’iscrizione nel registro di commercio deve avvenire sempre nel luogo in cui ha sede l’associazione stessa. Le associazioni iscritte per legge nel registro di commercio sono soggette all’obbligo ordinario di tenuta contabile.

  • Convocate tempestivamente un’assemblea costituente

    Convocate tempestivamente un’assemblea costituente (vedi lista di controllo). Durante l’assemblea costituente viene approvato lo statuto e vengono nominati gli organi previsti in quest’ultimo. Inoltre si può procedere già all’assegnazione di altre funzioni (ad es. presidente, attuario, cassiere ecc.) e metterle a verbale. In linea di principio nel verbale vanno riportati i seguenti punti:

    • Formalità (nomina del presidente e del verbalista dell’assemblea costituente)
    • Nomi dei membri fondatori o riferimento all’elenco dei presenti allegato
    • Decisione di fondare un’associazione (volontà di fondare un’associazione ai sensi dell’art. 60 e segg. CC, nome e scopo dell’associazione)
    • Approvazione dello statuto
    • Nomina del comitato direttivo e dell’eventuale ufficio di revisione nonché altre funzioni

    I seguenti documenti sono utili per la stesura del verbale di fondazione:

Lista di controllo per fondare un’associazione

In fase di fondazione di un’associazione occorre prestare attenzione ai seguenti punti:

Accertamenti preliminari

Accertatevi di disporre di un numero di potenziali membri sufficiente per la vostra associazione.

Preparazione

  • Formate un gruppo di preparazione
  • Definite di concerto con i cofondatori lo scopo associativo, il nome e lo statuto dell’associazione
  • Scegliete un conto per associazioni che corrisponda alle vostre esigenze (il conto può essere aperto solo previa presentazione del verbale di fondazione e dello statuto scritto)
  • Sondate l’interesse delle persone per determinati compiti e ruoli (ad es. membri del comitato direttivo)
  • Preparate l’assemblea costituente
  • Verificate se per la vostra associazione sussiste l’obbligo di iscrizione nel registro di commercio (art. 61 cpv. 2 CC) L’iscrizione è obbligatoria se l’associazione esercita un’attività di tipo commerciale o è soggetta a revisione (art. 69b CC)
  • Verificate se la vostra associazione necessita di coperture assicurative e, se sì, quali (ad es. responsabilità civile, assicurazione di cose o di veicoli ecc.)
  • Stilate tempestivamente un bilancio realistico per l’associazione
  • Verificate se l’associazione soddisfa i requisiti per l’esenzione fiscale in virtù del suo status di pubblica utilità e, all’occorrenza, presentate la relativa domanda per l’esame preliminare all’amministrazione fiscale competente

Assemblea costituente

  • Stilate un ordine del giorno
  • Preparate una lista delle presenze
  • Cercate un luogo per l’assemblea costituente
  • Inviate l’invito all’assemblea costituente ai membri fondatori (comprensivo dell’ordine del giorno e, se possibile, di una proposta per lo statuto)
  • Definite ad es. chi si occuperà dell’accoglienza, chi esporrà lo scopo associativo, chi sarà proposto per la presidenza provvisoria e per la stesura del verbale
  • Svolgete l’assemblea secondo l’ordine del giorno (ad es. dichiarando la volontà di fondare l’associazione, dibattendo e approvando la proposta per lo statuto, definendo gli organi conformemente allo statuto ecc.)
  • Elencate i membri fondatori nel verbale o allegate l’elenco delle presenze al verbale.
  • Sottoponete il verbale alla firma del presidente provvisorio e del verbalista

Buono a sapersi

PostFinance offre un conto pensato appositamente per le esigenze delle associazioni. Scoprite come aprire un conto per associazioni.

Il nostro esperto

Dr. iur. Roman Baumann Lorant è avvocato presso lo studio legale Il link si apre in una nuova finestra Altenbach Baumann Bloch Stadler a Dornach. Specializzato tra l’altro in diritto delle associazioni e delle fondazioni, ha una cattedra in questa disciplina nella facoltà di giurisprudenza dell’Università di Basilea. Sul suo sito Il link si apre in una nuova finestra stiftungen-vereine.ch spiega il suo approccio come avvocato nel diritto delle associazioni e delle fondazioni e rimanda a diverse pubblicazioni e articoli sul tema. Vai al suo Il link si apre in una nuova finestra profilo Twitter.

 

Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Valutazione (%t)

Altri argomenti che potrebbero interessarvi