Press Release

Via libera alla soluzione di mobile payment comune per la Svizzera

di

Le cinque principali banche svizzere Credit Suisse, PostFinance, Raiffeisen, UBS e ZKB, il provider di servizi per infrastrutture finanziarie SIX, i rivenditori al dettaglio Coop e Migros come pure Swisscom si sono accordati su una soluzione comune per un sistema di pagamento mobile svizzero che unisce i punti di forza di Paymit e TWINT e offre una soluzione indipendente dalle piattaforme, competitiva e di facile impiego per tutti gli operatori di mercato. Oltre alla funzione di pagamento, gli elementi essenziali della soluzione comune sono dati da servizi a valore aggiunto. La fusione dei due sistemi attuali avrà luogo nel corso dell'autunno 2016. Negozianti e utenti di Paymit e TWINT possono utilizzare come di consueto i due sistemi fino alla migrazione sulla nuova piattaforma. Il perfezionamento e l'esercizio saranno affidati a una propria società partecipata dalle cinque grandi banche e da SIX, che sarà presieduta da Jürg Weber e diretta da Thierry Kneissler in qualità di CEO.

Alla fine di marzo 2016 le nove aziende hanno annunciato colloqui esplorativi aperti e interlocutori per una soluzione di mobile payment comune. I colloqui erano intesi a sondare e chiarire la fattibilità di un sistema di pagamento mobile comune e di facile impiego a rapida diffusione e utilizzabile a livello nazionale sia nel commercio stazionario sia per gli acquisti online e in altre applicazioni.

Unione dei punti di forza dei due sistemi

Le società partecipanti hanno quindi convenuto di introdurre e gestire un sistema di pagamento mobile comune che unisce i pregi dei due sistemi Paymit e TWINT, finora gestiti separatamente. Il nuovo sistema si affaccerà sul mercato con il marchio «TWINT». Sarà realizzata un'operazione di re-branding completo che terrà opportunamente conto della piattaforma svizzera di mobile payment comune.

La piattaforma comune è accessibile a società tutti i consumatori e commercianti – dal grande distributore fino al piccolo bar, a banche, emittenti di carte di pagamento (issuer), società di fatturazione (acquirer) come pure a tutti gli altri operatori di mercato svizzeri ed esteri. È utilizzabile in modalità multicanale alle casse dei negozi, nell'e-commerce, in app, ai distributori automatici come pure tra persone. «Stiamo lavorando alacremente per migrare i due sistemi e per mettere la piattaforma comune a disposizione di tutti i commercianti e clienti finali nel corso dell'autunno 2016», dichiara Thierry Kneissler, che guiderà in veste di CEO la nuova società.

La piattaforma combina i punti di forza di Paymit e TWINT, senza trascurare che ogni banca partner ha la possibilità, come accade con Paymit, di proporre la propria applicazione in co-branding, mentre al settore commerciale è offerta l'opzione di TWINT di integrare proprie carte cliente nel sistema.

«Sono particolarmente lieto che i nostri sforzi per mettere a punto soluzioni digitali innovative nel settore finanziario siano sfociati in un insieme comune dove siamo riusciti a fondere il meglio dei due mondi», afferma Lukas Gähwiler, Presidente di UBS Switzerland.

Ampie funzionalità

La soluzione di pagamento comune avvanta Switzerland già in particolare gli utenti, che beneficiano di un'ampia accettazione nel commercio stazionario, acquistano online e in applicazioni di commercianti, saldano fatture e possono pagare ai distributori e alle casse automatiche generi alimentari, parcheggi, ski-pass nonché altri beni e servizi. I bonifici tra gli utenti saranno possibili anche in futuro, senza contare che l'utente può scegliere come effettuare il suo pagamento mobile: la nuova soluzione di pagamento accetta sia il collegamento a un conto bancario, a una carta di credito o prepagata, sia la ricarica tramite pagamento anticipato (prepaid). Anche i commercianti traggono profitto dalla soluzione comune: servizi a valore aggiunto come l'integrazione di carte cliente, tessere o sconti promozionali (mobile couponing) sono a disposizione dei negozianti, esercenti e clienti interessati.

«Siamo molto soddisfatti di avere una soluzione tecnologicamente molto innovativa e nella quale siamo riusciti a fondere le diverse funzionalità di Paymit e TWINT a beneficio dei clienti», precisa Alexandre Zeller, Presidente del Consiglio di amministrazione di SIX.

Lo standard comune evita un'integrazione multipla di soluzioni diverse per il traffico dei pagamenti e risparmia di riflesso costi d'investimento ai commercianti. La soluzione è tecnologicamente aperta per implementare tecnologie di trasmissione attuali e future come Bluetooth, codice QR, NFC. In particolare, oltre ai terminali TWINT (beacon) nel sistema possono essere integrati anche gli attuali terminali di pagamento di tutti gli offerenti, in modo da assicurare una penetrazione del mercato quanto più rapida e ampia possibile. Al sistema possono aderire senza grandi investimenti anche i commercianti più piccoli o le aziende di servizi.

«In questo modo, insieme ai nostri partner de Un'impresalla piazza finanziaria svizzera e del commercio possiamo adempiere al mandato del Consiglio federale di mettere a disposizione della Svizzera un'infrastruttura per le operazioni di pagamento», conclude Hansruedi Köng, CEO di PostFinance.

Un'impresa propria

L'esercizio della soluzione comune sarà affidato a una propria società denominata Twint AG, partecipata dalle cinque banche più grandi e da SIX, e che collaborerà anche in futuro con gli attuali partner strategici, tra cui Swisscom, per l'integrazione delle banche.

Il CdA è composto da membri della cerchia dei proprietari. La presidenza sarà assunta da Jürg Weber, Division CEO Payment Services di SIX, mentre la direzione operativa sarà affidata al CEO Thierry Kneissler, che oggi dirige la TWINT AG, un'affiliata di PostFinance. «Ora si tratta di trasporre rapidamente attraverso strutture e processi affidabili la volontà comune di disporre di un sistema di pagamento mobile innovativo e competitivo in un servizio di alto profilo qualitativo per i consumatori e il settore commerciale», aggiunge il Presidente designato del Consiglio di amministrazione Jürg Weber.

L'attuazione della soluzione di mobile payment comune necessita ancora dell'approvazione della competente Commissione della concorrenza (Comco). Con riserva di queste decisioni, secondo i piani una soluzione comune sarà disponibile e operativa entro l'autunno di quest'anno. Fino a tale data gli utenti di Paymit e TWINT possono continuare a fruire senza variazioni dei servizi e delle funzioni del loro offerente. È previsto che i contratti in essere con i clienti vengano trasferiti a dipendenza della soluzione.

Citazioni da utilizzare liberamente

«Siamo davvero soddisfatti della soluzione comune raggiunta, che consente al settore commerciale di rispondere alle specifiche esigenze svizzere.»
Herbert Bolliger, Presidente della Direzione generale della Federazione delle Cooperative Migros


«Questa soluzione di pagamento innovativa offre numerosi vantaggi e consente ai nostri clienti una nuova modalità di pagamento semplice e sicura nelle filiali o in Internet come pure di effettuare bonifici.»

Joos Sutter, Presidente della Direzione generale del Gruppo Coop


«Siamo davvero lieti di essere riusciti a fondere i due sistemi in una soluzione per un traffico dei pagamenti moderno. In questo modo possiamo adempiere ancora meglio al nostro mandato.»

Susanne Ruoff, CEO di La Posta


«Come banca universale svizzera accogliamo con viva soddisfazione un sistema aperto e indipendente dalle piattaforme.»

Thomas Gottstein, CEO di Swiss Universal Bank Credit Suisse


«Nei sistemi di pagamento mobili la facilità d'impiego è un importante fattore di successo. La nuova soluzione è anche una prova della nostra cultura innovativa.»

Dr. Patrik Gisel, Presidente della Direzione di Raiffeisen Svizzera


«Con questa soluzione i clienti svizzeri disporranno di un sistema di pagamento mobile innovativo e calibrato sulle loro esigenze.»

Martin Scholl, Presidente della Direzione generale della Banca cantonale di Zurigo (ZKB)


«Il meglio di Paymit e TWINT su una piattaforma. Con questa soluzione definiamo di persona la modalità di pagamento mobile. Una soluzione svizzera comune è sempre stata il nostro obiettivo.»

Urs Schaeppi, CEO di Swisscom

Contatto per i media

Dr. Victor Schmid
Hirzel.Neef.Schmid.Konsulenten

victor.schmid@konsulenten.ch
079 350 05 37