Press Release

Servizi finanziari: PostFinance adegua tassi d'interesse e commissioni

Sui mercati finanziari nazionali e internazionali i tassi d'interesse permangono ai minimi storici e risultano in gran parte addirittura di segno negativo. A causa del divieto di erogare crediti, per PostFinance diventa sempre più difficile investire in modo redditizio i depositi che le sono affidati dai clienti. dopo anno per l'operatore finanziario vengono meno ricavi nell’ordine di decine di milioni di franchi. Allo stesso tempo, l'apparato normativo in costante crescita comporta oneri e spese sempre maggiori. PostFinance aumenta pertanto le commissioni per alcuni prodotti non più redditizi, riduce i tassi d'interesse sui conti e i limiti dell'importo fruttifero d'interesse, oltre ad aumentare la commissione sull'avere disponibile.

«Sono consapevole che queste misure non fanno molto piacere ai nostri clienti. Nessuno paga volentieri le commissioni», afferma Hansruedi Köng, CEO di PostFinance. «Siamo investiti del chiaro mandato di operare in modo economicamente vantaggioso. Tuttavia, in qualità di operatore finanziario di proprietà della Posta e quindi della Confederazione Svizzera, non siamo obbligati a conformarci alla mentalità classica dello shareholder value (valore per gli azionisti). Pertanto, da sempre condividiamo il nostro successo con i nostri clienti. Nel corso degli anni siamo stati così in grado di offrire loro tassi d'interesse e commissioni di sicuro vantaggio. Anche noi ci rammarichiamo del fatto che, al momento, tutto ciò non sia più possibile in egual misura a causa dei tassi negativi, del divieto di erogare crediti e dei costi legati all'inasprimento delle disposizioni normative».

Tassi d'interesse sul conto

Con effetto dal 1o gennaio 2017 PostFinance ridurrà i tassi d'interesse sui conti come segue:

Conto Tasso d'interesse attuale Tasso d'interesse dal 1o gennaio 2017 Riduzione
Conto
(E-)conto di risparmio per giovani
Tasso d'interesse attuale
0,800%
Tasso d'interesse dal 1o gennaio 2017
0,550%
Riduzione
-0,250%
Conto
Conto gioventù e conto formazione
Tasso d'interesse attuale
0,500%
Tasso d'interesse dal 1o gennaio 2017
0,250%
Riduzione
-0,250%
Conto
Conto di libero passaggio 2 o pilastro
Tasso d'interesse attuale
0,200%
Tasso d'interesse dal 1o gennaio 2017
0,050%
Riduzione
-0,150%
Conto
Conto previdenza 3a
Tasso d'interesse attuale
0,500%
Tasso d'interesse dal 1o gennaio 2017
0,300%
Riduzione
-0,200%
Conto
(E-)conto di risparmio per clienti commerciali / associazioni in CHF/EUR
Tasso d'interesse attuale
0,050%
Tasso d'interesse dal 1o gennaio 2017
0,000%
Riduzione
-0,050%

Limiti dell'importo fruttifero d'interesse

Il 1o gennaio 2017 PostFinance ridurrà i limiti dell'importo fruttifero d'interesse come segue:

Conto Limite attuale Limite dal 1o gennaio 2017
Conto
(E-)conto di risparmio per clienti privati in CHF
Limite attuale
CHF 500'000.–
Limite dal 1o gennaio 2017
CHF 250'000.–
Conto
(E-)conto di risparmio per clienti privati in EUR
Limite attuale
EUR 350'000.–
Limite dal 1o gennaio 2017
EUR 200'000.–

Commissione sull'avere disponibile

Gli averi detenuti da PostFinance in conti giro presso la Banca nazionale svizzera superano la soglia di esenzione. Nell'anno corrente, questa circostanza è costata all'operatore finanziario già oltre 10 milioni di franchi in interessi negativi. Per questo motivo, PostFinance aumenterà la commissione sull'avere disponibile che aveva introdotto a febbraio 2015 per i clienti maggiori e per le banche. A partire dal 1o febbraio 2017 e fino a nuovo avviso, PostFinance applicherà per i clienti privati facoltosi una commissione dell'1% sull'avere disponibile per la parte di avere che supera la soglia di un milione di franchi. Vengono considerati gli averi presenti su tutti i conti privati e di risparmio. La maggior parte dei clienti privati e commerciali continuerà comunque a non dover pagare alcuna commissione sull'avere disponibile.

Pricing per i clienti esteri

Il 1o gennaio 2017 entrerà in vigore lo scambio automatico delle informazioni (SAI) fra la Svizzera e diversi paesi terzi. Conformemente a tale accordo, dal 1o gennaio 2018 PostFinance sarà tenuta a segnalare all'Amministrazione federale delle contribuzioni i clienti con domicilio fiscale in un paese SAI. L'Amministrazione provvederà poi a inoltrare i dati al paese interessato. Pertanto, l'operatore finanziario è tenuto a chiarire il domicilio fiscale dei clienti esistenti che presentano indizi di assoggettamento fiscale in un paese SAI. Per i nuovi clienti, in futuro il domicilio fiscale verrà chiarito automaticamente in fase di apertura di una relazione cliente.

Gli accertamenti legati all'accordo SAI e la preparazione dei dati comportano un notevole onere amministrativo. Nella gestione delle relazioni cliente internazionali ciò si traduce in costi notevolmente più elevati. Per questo motivo, dal 1o gennaio 2017 PostFinance aumenterà la commissione supplementare applicata ai conti privati e commerciali dei clienti domiciliati al di fuori della Svizzera e del Liechtenstein dagli attuali 15 franchi a 25 franchi al mese.

Incasso di assegni

Il servizio dell'incasso di assegni consiste nella riscossione di assegni bancari che i clienti PostFinance presentano per l'accredito sul proprio conto. Esistono due procedure: «salvo buon fine» (l'importo viene accreditato sul conto direttamente al momento della ricezione dell'assegno, ma resta riservato per altri 30 giorni) e «dopo incasso» (l'importo viene accreditato sul conto soltanto quando il denaro arriva effettivamente presso PostFinance).

Negli ultimi anni l'incasso di assegni ha subito un forte calo ed è deficitario. Pertanto, dal 1o gennaio 2017 PostFinance aumenterà le commissioni per l'incasso di assegni secondo le seguenti modalità:

Procedura Commissione attuale Commissione dal 1o gennaio 2017
Procedura
Salvo buon fine
Commissione attuale
CHF 15.–
Commissione dal 1o gennaio 2017
CHF 25.–
Procedura
Dopo incasso
Commissione attuale
CHF 40.–
Commissione dal 1o gennaio 2017
CHF 60.–

Informazioni

Johannes Möri
portavoce
n. tel. 079 354 08 39