Press Release

La Posta è pronta a trasformarsi in una SA

di

Oggi il Consiglio federale ha approvato la trasformazione della Posta Svizzera e di PostFinance in società anonime per il 26 giugno 2013. I nuovi assetti giuridici sono una conseguenza della revisione della legislazione postale, varata dal Parlamento nel 2010. Grazie alla trasformazione in società anonima, la Posta disporrà di strutture moderne per affrontare i suoi molteplici compiti. La Posta Svizzera SA resterà interamente di proprietà della Confederazione e PostFinance SA rimarrà di proprietà de La Posta Svizzera SA.

Con la sua decisione odierna, il Consiglio federale ha dato il via libera definitivo alla trasformazione della Posta Svizzera in una società anonima di diritto speciale e allo scorporo di PostFinance in una società anonima di diritto privato. Al contempo, il Consiglio federale ha approvato il bilancio iniziale de La Posta Svizzera SA. La decisione del Consiglio federale rappresenta un passo fondamentale verso la concessione alla futura PostFinance SA dell'autorizzazione a operare come banca e verso l'assoggettamento alla vigilanza della FINMA. Un precedente decreto del Consiglio federale aveva sancito il 26 giugno 2013 come data della trasformazione in società anonime. L'iscrizione al registro di commercio ufficializzerà la trasformazione della Posta Svizzera e lo scorporo di PostFinance in società anonime.

La Posta accoglie con soddisfazione la decisione

La Posta accoglie soddisfatta la decisione odierna del Consiglio federale. Questa svolta importante permetterà alla Posta di disporre di strutture moderne per affrontare i suoi molteplici compiti. D'altro canto, nella nuova veste di SA, la Posta deve assolvere diversi doveri, quali l'obbligo fiscale nei confronti di Confederazione, Cantoni e Comuni. Una volta avvenuta la trasformazione, il rapporto di lavoro con il personale della Posta sarà regolato dal diritto privato. Ciò, tuttavia, non comporterà alcun cambiamento per i collaboratori: tutti gli attuali rapporti di lavoro saranno infatti mantenuti. La nuova legislazione postale obbliga inoltre la Posta a negoziare entro due anni un nuovo contratto collettivo di lavoro (CCL) con i sindacati. Le trattative avranno inizio a metà agosto 2013. Il nuovo CCL dovrebbe essere disponibile nel 2015.

La Posta ha creato le premesse necessari

l nuovo assetto organizzativo della Posta è una conseguenza della nuova legislazione postale, decisa dal Parlamento alla fine del 2010. Da allora, la Posta ha lavorato in stretta collaborazione con la proprietaria per creare le premesse necessarie affinché oggi il Consiglio federale potesse prendere la sua decisione. La Posta ha ad esempio predisposto la propria futura struttura giuridica: a partire dal 26 giugno 2013, le tre società strategiche del gruppo, Posta CH SA, PostFinance SA e AutoPostale SA, saranno riunite sotto La Posta Svizzera SA. Tutte le unità giuridiche devono di conseguenza essere dotate di capitale sufficiente; questo vale in particolare per PostFinance SA. Sono state quindi ulteriormente accumulate le liquidità del gruppo e al contempo sono stati raccolti sul mercato dei capitali fondi di lungo periodo da investitori istituzionali e imprese per un ammontare di 1,3 miliardi di franchi. In tal modo il gruppo dispone nel complesso di mezzi propri sufficienti per la dotazione di capitale delle nuove unità giuridiche.

La Posta resta di proprietà della Confederazione

Proprietaria de La Posta Svizzera SA al 100% resta sempre la Confederazione, sebbene dopo la trasformazione nel nuovo ruolo di azionista. PostFinance SA resta interamente di proprietà de La Posta Svizzera SA.

Per informazioni: Servizio stampa 058 338 13 07