FAQ

PostFinance SA è uno dei principali istituti finanziari della Svizzera. Qui trovate le risposte alle domande più importanti sull’azienda.

  • PostFinance continuerà a offrire i principali prodotti finanziari a condizioni eque. Eventuali modifiche della gamma di prodotti sono sempre possibili, ma non sono in relazione con la trasformazione in una società anonima. Il mandato di prestazioni stabilito nella Legge sulle Poste limita come in precedenza l’attività commerciale di PostFinance; ciò significa che PostFinance, anche in futuro, potrà concedere crediti e ipoteche solo in collaborazione con terzi.

  • In seguito al cambiamento della forma giuridica di PostFinance in una società anonima, i clienti di PostFinance sono stati trasferiti automaticamente a PostFinance SA. PostFinance SA ha assorbito le relazioni commerciali e gli accordi contrattuali esistenti (successione universale). Al momento della trasformazione, PostFinance ha rielaborato le proprie condizioni generali (CG) e le condizioni di adesione (CA) per i principali prodotti e ha informato tempestivamente i clienti al riguardo.

  • No, PostFinance è e resterà un istituto finanziario svizzero. La creazione di un settore internazionale non è prevista. Tuttavia PostFinance continuerà a svolgere un ruolo di primo piano nel traffico internazionale dei pagamenti.

  • PostFinance SA è interamente di proprietà de La Posta Svizzera SA, che a sua volta appartiene al 100% alla Confederazione.

  • Anche come SA, PostFinance resta sempre PostFinance: un istituto finanziario retail svizzero di primo piano per tutti i clienti che desiderano gestire autonomamente le proprie finanze, compresi quelli con un reddito e un patrimonio modesti. PostFinance continuerà a meritare la grande fiducia che la popolazione e le PMI svizzere ripongono in lei.

  • In qualità di società anonimia con autorizzazione all’esercizio dell’attività bancaria, PostFinance resta di proprietà della Posta ed è stata dotata del capitale proprio necessario in base alle disposizioni del diritto bancario (Basilea III). I depositi dei clienti sono assicurati innanzitutto dal capitale proprio di PostFinance SA. Inoltre, i depositi dei clienti sono garantiti fino a un importo massimo di CHF 100’000.– dalla garanzia dei depositi stabilita in conformità alla Legge sulle banche. In aggiunta, si applica la garanzia statale limitata della Confederazione fino a cinque anni dopo l’entrata in vigore della nuova Legge sull’organizzazione delle poste.

  • Sulla base dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività bancaria, PostFinance è soggetta al segreto bancario. PostFinance deve comunque continuare a mantenere l’incarico legale di erogare il servizio di base nel settore del traffico dei pagamenti. Non sarebbe tuttavia possibile garantire un traffico dei pagamenti perfettamente funzionante nella forma attuale senza una limitazione del segreto bancario. Per questo motivo, nelle sue condizioni generali (CG) PostFinance ha illustrato la gestione del segreto bancario e, in tal senso, ha richiesto l’autorizzazione del titolare del conto e/o del cliente (cfr. art. 24 delle CG di PostFinance). Di conseguenza, l’esistenza di una relazione di conto, nonché la denominazione del conto (vale a dire nome/azienda, residenza/domicilio e numero di conto) possono essere resi noti come è avvenuto finora qualora tali dati siano necessari per l’esecuzione di un ordine di pagamento o per lo svolgimento di una transazione. I dati relativi ai contenuti continueranno a essere mantenuti strettamente riservati. Rispetto alla situazione precedente e/o al segreto postale, dunque, per i clienti di PostFinance non si verifica alcun cambiamento.

  • PostFinance è un istituto finanziario che gode di ottima salute e presenta un’attività molto stabile, il che è confermato anche dal rating di Standard & Poor’s (AA+). In qualità di società anonima appartiene interamente alla Posta, che a sua volta appartiene alla Confederazione Svizzera; in più, PostFinance è subordinata alla FINMA e possiede un’autorizzazione ai sensi della Legge sulle banche. I depositi dei clienti sono garantiti fino a un importo massimo di CHF 100’000.– dalla garanzia dei depositi stabilita in conformità alla Legge sulle banche. La garanzia statale limitata fino a CHF 100’000.– per cliente resta inoltre valida fino a cinque anni dopo l’entrata in vigore della nuova Legge sull’organizzazione delle poste. In aggiunta, anche i fondi depositati presso le fondazioni di previdenza (2° e 3° pilastro) sono garantiti fino a CHF 100’000.–. I patrimoni dei nostri clienti continuano quindi a rimanere in mani sicure.

  • No, PostFinance SA non è stata privatizzata. Le azioni di PostFinance SA sono proprietà de La Posta Svizzera SA al 100% e non è previsto un ingresso in borsa.

  • PostFinance investe il proprio denaro considerando elementi quali la qualità e il lungo periodo e, anche in veste di società anonima, non si assumerà rischi maggiori rispetto al passato. I depositi dei clienti continueranno a essere investiti con grande consapevolezza del rischio sui mercati monetari e dei capitali internazionali.

  • Il Consiglio di amministrazione, composto da sette membri, funge da organo supremo. Il comitato di direzione costituito da otto membri (incluso il responsabile) gestisce PostFinance SA a livello operativo.

  • Anche in qualità di società anonima, PostFinance resterà un’eccellente alternativa alle altre banche. PostFinance continuerà a offrire prodotti semplici a condizioni ragionevoli. Eventuali modifiche delle condizioni non sono in alcun modo legate alla modifica della forma giuridica, né all’autorizzazione all’esercizio dell’attività bancaria e della negoziazione di valori mobiliari.

  • Sì, anche in qualità di società anonima, PostFinance continuerà ad adempiere il proprio incarico di erogare un servizio di base capillare nel settore del traffico dei pagamenti. Ciò include la possibilità di effettuare i versamenti anche presso gli uffici postali.

  • Per singoli prodotti offerti da PostFinance in collaborazione con terzi, le norme di tutela sono disciplinate nel modo di seguito indicato.

    PostFinance SA offre il conto previdenza 3a in cooperazione. A questo scopo ha fondato con la banca partner UBS SA la «Fondazione di previdenza 3a PostFinance» che si occupa di capitalizzare i depositi previdenziali 3a investiti come depositi a risparmio presso PostFinance SA. In caso di un eventuale fallimento di PostFinance SA, gli averi previdenziali 3a godono, quali depositi privilegiati, di una garanzia in caso di fallimento fino a un importo massimo di CHF 100’000.– per ogni intestatario della previdenza (indipendentemente dagli altri depositi). Se un intestatario della previdenza detiene contemporaneamente averi previdenziali 3a e averi di libero passaggio investiti presso PostFinance SA, il privilegio in caso di fallimento fino a un importo massimo di CHF 100’000.– si applica ai due prodotti nel loro complesso. Gli averi previdenziali 3a investiti in fondi sono tutelati quali patrimoni speciali ai sensi della Legge sugli investimenti collettivi LICol. Un eventuale fallimento della «Fondazione di previdenza 3a PostFinance» si svolgerebbe secondo il procedimento di liquidazione ordinaria come previsto dalla legge.

    PostFinance SA offre il conto di libero passaggio in cooperazione. A questo scopo, si è legata contrattualmente a «Rendita Fondazione di libero passaggio» che si occupa di capitalizzare gli averi di libero passaggio investiti come depositi a risparmio presso PostFinance SA. In caso di eventuale fallimento di PostFinance SA, gli averi di libero passaggio godono, quali depositi privilegiati, di una garanzia in caso di fallimento fino a un importo massimo di CHF 100’000.– per ogni intestatario della previdenza (indipendentemente dagli altri depositi). Se un intestatario della previdenza detiene contemporaneamente averi di libero passaggio e averi previdenziali 3a investiti presso PostFinance SA, il privilegio in caso di fallimento fino a un importo massimo di CHF 100’000.– si applica ai due prodotti nel loro complesso. Gli averi di libero passaggio investiti in fondi sono tutelati quali patrimoni speciali ai sensi della Legge sugli investimenti collettivi LICol. Un eventuale fallimento di Rendita Fondazione di libero passaggio si svolgerebbe secondo il procedimento di liquidazione ordinaria come previsto dalla legge.

    Per quanto riguarda le assicurazioni sulla vita (cooperazione con AXA Winterthur), i contraenti godono di una tutela particolare. Le compagnie assicurative devono garantire in ogni momento i crediti derivanti dai contratti di assicurazione sulla vita come patrimonio vincolato. In caso di fallimento di AXA Winterthur, i valori dei contratti in corso (riserva matematica ed eccedenze accreditate fino a quel momento) sarebbero in primo luogo trasferiti a un’altra compagnia assicurativa per la loro prosecuzione. Qualora il trasferimento ad altra compagnia assicurativa non abbia luogo, gli aventi diritto ricevono il valore di riscatto garantito per contratto. Le compagnie assicurative sono soggette all’Autorità di vigilanza sui mercati finanziari FINMA, che ne accerta la solvibilità e tutela gli assicurati dagli abusi.

    I fondi di investimento (cooperazione con UBS SA) sono patrimoni speciali ai sensi della Legge sugli investimenti collettivi LICol e, in quanto tali, sono tutelati in caso di fallimento di UBS SA. Di conseguenza, questo vale anche per i PostFinance Fonds (fondi di previdenza inclusi). I fondi sono costantemente esposti al rischio di deprezzamento, poiché investono in titoli che subiscono le oscillazioni dei corsi.

    I titoli e le giacenze sui conti di e-trading sono depositati presso la Banque Cantonale Vaudoise (BCV). Ai sensi dell’art. 37d della Legge sulle banche, in caso di fallimento di un istituto bancario i capitali investiti in titoli (azioni, obbligazioni ecc.) vengono scorporati dalla massa fallimentare e restituiti ai clienti. Gli averi sui conti BCV sono garantiti dalla protezione dei depositi fino a un importo massimo di CHF 100’000.– (controvalore in valuta estera) per ogni cliente.