La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Tempo di lettura 4 Minuti Tempo di lettura 4 Minuti
Creato il 24.10.2022

Crowda: la piattaforma di mediazione per aziende sostenibili

Perché non offrire in ambito aziendale ciò che funziona già da tempo nel privato? Come nella mediazione tra partner, Crowda mette in comunicazione le PMI che vogliono diventare più sostenibili con operatori pronti a sostenerle passo dopo passo nella realizzazione dei propri obiettivi. Parliamo della nuova piattaforma con Ralf Richert, cofondatore di Crowda.

Confrontarsi con il tema della sostenibilità non è un compito facile, soprattutto per piccole e medie imprese e organizzazioni. Infatti, mentre le grandi aziende possono affidarsi a esperte ed esperti di sostenibilità, per le PMI questa tematica complessa va a sommarsi al lavoro quotidiano. Eppure Crowda, la piattaforma di crowda Sustainability GmbH, rende semplice anche per le PMI contribuire attivamente alla sostenibilità e impegnarsi in tal senso. Ma come funziona?

Obiettivi di sostenibilità su misura per ogni azienda

In una prima fase Crowda esegue un bilancio automatico della situazione per determinare a che punto si trova l’azienda in fatto di sostenibilità e cosa vuole ottenere. Quindi, sulla base del questionario online e dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU, elabora per ogni PMI obiettivi di sostenibilità specifici e misurabili.

Crowda trova il partner perfetto per l’azienda

Qui entra in scena il punto forte di Crowda, cioè unire partner affini dal punto di vista della sostenibilità in maniera completamente digitale, automatizzata e attraverso un ingegnoso algoritmo di abbinamento. Quest’ultimo calcola un punteggio da 0 a 140. Maggiore è il risultato, più i due partner sono compatibili. Funziona insomma in maniera simile ad altre piattaforme di mediazione tra partner.

Faticose ricerche, addio: come trovare partner per la sostenibilità

Questa piattaforma B2B trova per le PMI i progetti e i servizi più adatti a raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità. Semplificando, ecco come potrebbe andare nella pratica: da un lato c’è una PMI con due grandi siti produttivi che si è prefissata di rendere più sostenibili i propri consumi energetici. Dall’altro lato c’è un’azienda che si occupa di installare pannelli solari. Le due realtà entrano in contatto grazie alla mediazione.

Intervista

Ralf Richert lavora come Head Customer Relationship Management e Ambassador Corporate Responsibility da PostFinance. Al contempo, è l’ideatore di Crowda e uno dei suoi fondatori. Ma cosa l’ha spinto a lanciare Crowda? E dove vede la piattaforma in futuro?

Come ti è venuta l’idea alla base di Crowda?

Poco più di due anni fa, mentre leggevo un giornale domenicale, sono rimasto colpito da un breve articolo intitolato «Come posso rendere il mondo un po’ più sostenibile?» e che conteneva i soliti consigli, come «Usa l’auto più raramente» o «Mangia meno carne». Mi ha fatto pensare che il contributo del singolo è, naturalmente, minimo. Ancora meglio sarebbe quindi sfruttare il potere della collettività, delle masse (crowd), per ottenere risultati. Solo insieme possiamo salvare il mondo. Quell’articolo di giornale mi ha dato un primo spunto per l’idea imprenditoriale com’è oggi, dopo una graduale e costante evoluzione.

Come si è evoluta l’idea?

Abbiamo traslato in ambito commerciale un’idea nata in ambito privato. Il nostro obiettivo è sempre quello di sfruttare il potere delle masse, ma nel B2B. Aziende, organizzazioni e Comuni sono le leve strategiche per un’economia e un commercio sostenibili secondo i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU. Puntiamo su questo, per l’ambiente e per l’economia aziendale, anche perché siamo convinti che la sostenibilità ripaga.

Cosa lega PostFinance e Crowda?

La collaborazione tra PostFinance e Crowda rappresenta una partnership di progetto. Tra i cinque obiettivi della propria strategia di sostenibilità, l’istituto finanziario si è prefissato di sostenere innovazioni sostenibili di diverso tipo, e Crowda è una di queste. VNRT, il team Innovazione di PostFinance, ci ha fornito assistenza in termini finanziari e di risorse umane per la realizzazione della piattaforma, un’attività nella quale continua a supportarci concretamente. Di questo siamo estremamente grati. Dal punto di vista giuridico, Crowda è indipendente e interamente di proprietà di crowda Sustainability GmbH, l’azienda che ho fondato insieme ad altre due persone.

Quali obiettivi perseguite con Crowda?

Nella mia vision Crowda diventerà un movimento e crescerà al punto tale che le aziende non si chiederanno nemmeno più se partecipare o meno, perché saranno certe di trarre vantaggio dalla piattaforma, che sia per cercare un partner in affari per i propri obiettivi di sostenibilità o per offrire loro stesse prodotti e servizi sostenibili.

La valutazione media di questa pagina è di %r di massimo cinque stelle. In totale sono presenti %t valutazioni.
Per la pagina è possibile esprimere una valutazione da una a cinque stelle. Cinque stelle corrisponde alla valutazione massima.
Grazie per la valutazione
Valutare l’articolo

Altri argomenti che potrebbero interessarvi