Il nostro processo

Come procediamo

Il PFLab si occupa di temi nuovi, che spesso non sono tangibili. Il nostro processo è concepito in modo da affrontare l’ignoto e produrre nuovi risultati con pochi mezzi e in un tempo limitato. 

Siamo a nostro agio con ciò che è sconosciuto. I temi nuovi, spesso non ancora tangibili, devono essere affrontati con modalità completamente diverse. Per questo motivo nel PFLab utilizziamo un processo  indipendente dalle strutture esistenti. Sintetizzando, il processo è composto da tre fasi e due gate (momenti di controllo). 

Esplorazione

Nella fase di esplorazione l’obiettivo è riconoscere tendenze, segnali, tecnologie, ma anche problemi ed esigenze del mercato. Attraverso lo scambio, il confronto e la combinazione vengono creati dei campi di ricerca che andranno vagliati e concretizzati nell’ambito di idee e progetti innovativi, ad esempio in forma di progetti di ricerca o durante una fase successiva. I nostri campi di ricerca costituiscono la base per i settori di innovazione che poi esploriamo.

Sperimentazione/pilota

Nella seconda fase si approfondiscono i progetti innovativi o le loro ipotesi e si elaborano e testano le relative soluzioni, anche se non sono del tutto sviluppate. Il fatto di testarle a uno stadio iniziale e raccogliere feedback permette di far progredire le soluzioni (o scartarle). Per tutte e tre le fasi, ma in particolare per la sperimentazione, è utile disporre di una buona cultura del fallimento. Per la sperimentazione utilizziamo approcci e metodi come i seguenti:

  • Minimum Viable Product (MVP)
  • PoC (Proof of Concepts, le cosiddette prove di fattibilità)
  • RAT (Riskiest Assumption Tests, cioè i test sulle ipotesi più rischiose)
  • Validazione delle esigenze o
  • Sondaggi presso i clienti.

Un elemento essenziale è focalizzarsi sul futuro cliente.

Scalabilità

Nella terza fase la soluzione viene ampiamente testata sul mercato, ma sempre con un  MVP. Ciò consente al progetto di ottenere, con oneri minimi, un feedback approfondito del mercato sulla base del quale è possibile definire le fasi di sviluppo successive e arrivare in modo iterativo a un prodotto competitivo oppure interromperne la creazione. 

Gate

Il PFLab sottopone ogni progetto innovativo al processo descritto, a prescindere che derivi da collaboratori, startup, aziende esistenti o ancora non nate, ma non tutti arrivano fino in fondo. Entro la fine di ogni fase, oppure ogni volta che si arriva a un risultato, si decide se vale la pena portare avanti il progetto o interromperlo definitivamente.

Altri argomenti che potrebbero interessarvi